Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Qualificazioni Euro 2008
Vai a 1, 2  Successivo
 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Precedente
Successivo
Qualificazioni Euro 2008
Autore Messaggio
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio Qualificazioni Euro 2008
Descrizione:
Rispondi citando
Italia col minimo sforzo
Per fortuna c'è Inzaghi
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:222 Di' la tua
Deludente prestazione degli azzurri contro le Far Oer: finisce 2-1 grazie a una doppietta dell'attaccante rossonero e a un gol di Rogvi Jacobsen, professione carpentiere. Al 90' Holst sfiora addirittura il 2-2
L'esultanza di Inzaghi per la doppietta. Grazia Neri
L'esultanza di Inzaghi per la doppietta. Grazia Neri
TORSHAVN (Far Oer), 2 giugno 2007 - Atene come Torshavn. Per Pippo Inzaghi non ci sono confini. La sua legge non ammette repliche, anche di fronte ad avversari modesti. Il suo attaccamento alla maglia azzurra potrebbe servire da lezione a molti; un amore che il bomber trasforma in due gol. Un uno-due da tre punti, rovinato in parte dal gol di Rogvi Jacobsen nel finale, in cui le Far Oer fanno prevalere una maggiore freschezza che aprirà un dibattito sul finale di gara degli azzurri.
INZAGHI DAVANTI A TUTTI - La nazionale delle Far Oer è squadra fisica, votata agli scambi rapidi, anche su terreni impervi. Roberto Donadoni sceglie una formazione molto tecnica e veloce: schiera un 4-2-3-1, con Diana e Rocchi larghi sulle fasce, Del Piero in mezzo e Inzaghi punta unica. Con la Lituania a quattro giorni di distanza, il commissario tecnico fa scelte logiche e si adatta all'avversario pungendolo con manovre molto aperte, sfruttando i corridoi laterali e le sovrapposizioni degli uomini di fascia, amplificando tutte le ingenuità dei padroni di casa.
MONOLOGO - Le Far Oer celebrano il loro momento di gloria con una gara muscolare, ma prevedibile, facendosi infilare in contropiede dall'Italia. Già dopo tre minuti Inzaghi fa capire di avere fame, con un tiro sull'esterno della rete da posizione angolata. Diana conclude alto all'8', ma la verticalizzazione di Pirlo al 13' per Inzaghi è troppo ghiotta per non essere sfruttata. Splendida la zampata con la punta del sinistro dell'eroe di Atene che gabba Jo Roi Jacobsen e Mikkelsen per l'1-0. A quota 24 gol in azzurro, il bomber ci prende gusto con un colpo di testa in tuffo che accarezza il palo. Sorride Donadoni perché al di là delle modeste Far Oer, l'Italia regge bene fisicamente, nonostante la pioggia insistente, terreno minato per gli uomini di classe, anche se a brillare di più è il portatore di palla Andrea Pirlo. Lucido e preciso, come solo lui sa essere, il regista del Milan è collegato a Inzaghi da un filo invisibile e nell'umido e noioso finale del primo tempo è unico azzurro a regalare giocate degne di nota, come l'invito a nozze per Materazzi al 36', con palla fuori di poco.
IL CARPENTIERE - Ma tanto basta per domare le Far Oer, squadra al di sotto della modestia, sparring partner per amichevoli estive, ma da non biasimare. Facile tagliarla in due. Per Oddo che serve Diana al 4' della ripresa, pronto a offrire a Inzaghi l'assist perfetto per il 2-0. Stacco perfetto del milanista; un avvoltoio in agguato che non ha pietà nemmeno dei comprimari. E si arrabbia quando al 13' Donadoni lo cambia con Lucarelli, a sottolineare che la voglia non gli passa mai, soprattutto a due reti da Del Piero e dopo avere agganciato nella classifica dei bomber azzurri Altobelli e Baloncieri. All'Italia non resta che mantenere il possesso di palla, mostrando anche il lato più duro; voce cara a Gattuso che rimedia un'ammonizione. Gara sofferta quella del rossonero, ma come sempre votata al sacrificio. Evaporati, invece, Del Piero e Rocchi, mentre Lucarelli cicca clamorosamente la palla del 3-0. Donadoni cambia anche in difesa: Barzagli per Materazzi e qualcosa in difesa vacilla. Il primo segnale al 31' quando Jon Roi Jacobsen sfiora di testa; il secondo allorché Rogvi Jacobsen, professione carpentiere, anticipa Oddo di testa, anche se il latitante Cannavaro ci mette del suo, e infila sul primo palo Buffon. Un finale sconcertante, in cui gli azzurri sono costretti a far girare la palla, soffrendo a dismisura la fisicità delle Far Oer che quasi quasi ci credono. Entra anche Quagliarella (out Rocchi), ma la cosa peggiore la fa Del Piero fallendo il gol allo scadere con la porta spalancata. Quella migliore Buffon al 45' che salva la vittoria su Holst.
dal nostro inviatoGaetano De Stefano

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Dom 03 Giu 2007, 10:13 Profilo Invia messaggio privato MSN
soloatalanta
Tifoso



Registrato: 03/05/06 15:57
Messaggi: 735
Residenza: Dalmine,17 anni

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
non l ho vista la partita ma leggendo l'articolo e il risultato mi fa pensare male...2-1 contro i far oer..dai ostia

_________________
http://www.myspace.com/zampagnaunodinoi

GLI ULTRAS SI DIFFERENZIANO DA TUTTI E DEVONO COINVOLGERE TUTTO, SE NON CI FOSSERO GLI ULTRAS SAREBBE UN CINEMA : FAREBBERO TUTTI SILENZIO!
ART.21:TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE

l'ultras non è moda, ma convinzione.Per chi se lo fosse dimenticato... fare l'ultras è reato.

Immagine spettacolare
http://s2.bitefight.it/c.php?uid=5425
Dom 03 Giu 2007, 10:16 Profilo Invia messaggio privato
Garzu
Seguace della Dea



Registrato: 24/08/05 13:58
Messaggi: 909
Residenza: Viserbæ (ARIMINVM)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Figata!

Gran parte dei giocatori della nazionale delle Far Øer, non sono calciatori di professione. Ad esempio l'allenatore è elettricista...
Mica come quel branco di zocc*le miliardarie con la maglia azzurra, che erano andati lassu convinti di andare in gita...
Sul loro goal ho goduto. Quasi auspicavo un pareggio, se non fosse stato che ci avrebbe compromesso definitivamente l'accesso agli Europei... Razz

_________________
No Alle Giovani Moderne!
Dom 03 Giu 2007, 11:42 Profilo Invia messaggio privato MSN ICQ
Palermo Neroblu
Amministratore



Registrato: 16/08/04 10:15
Messaggi: 6731
Residenza: Palermo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
realtà simpatica, questa delle isole Far Øer.
Anche a me ha fatto piacere che abbiano segnato quel gol... bello oltretutto! Però uno va bene, due erano troppi! Razz

_________________
11/11/2007: IO NON SONO UN ULTRAS!
Dom 03 Giu 2007, 15:12 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
di positivo c'è solo il risultato e il secondo posto nel girone. giochiamo così e dalla lituania torniamo sicuramente sconfitti

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Dom 03 Giu 2007, 18:42 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Zambrotta risponde a Totti
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:16 Di' la tua
A Milanello tiene banco il caso-Totti. Il laterale del Barcellona: "Se uno ci tiene alla maglia della Nazionale ci deve tenere sempre, non solo nelle partite importanti". Materazzi: "Non è giusto per chi è qui ora parlare della vicenda: noi dobbiamo portare l'Italia agli Europei"
Marco Materazzi, 33 anni, in maglia azzurra. Reuters
Marco Materazzi, 33 anni, in maglia azzurra. Reuters
MILANELLO (Varese), 4 giugno 2007 - - Francesco Totti su tutti. Il capitano della Roma non c'è ma è come se ci fosse. La battuta del presidente federale Giancarlo Abete "la questione Totti verrà esaminata e riordinata dopo la Lituania", conferma il fastidio della Figc, e la dichiarazione del centrocampista che si dice disponibile per le partite più importanti, non è piaciuta affatto, anche se qui a Milanello, ritiro in prestito della Nazionale, nessuno lo ammette chiaramente.
"NON CI RIGUARDA" - Marco Materazzi, uno che non le manda a dire, non gradisce l'argomento, ma almeno si sbilancia. "Noi vogliamo vincere in Lituania; non è giusto per chi si trova qui parlare di queste vicende - sottolinea -. Noi dobbiamo pensare a portare l'Italia all'Europeo. Chi vivrà vedrà. Se siamo infastiditi? Non è la parola giusta", per poi infilare una battuta eloquente: "In Austria e in Svizzera ci arriveremo con le nostre forze e al momento giusto qualcuno deciderà cosa fare: lui, la Federazione e Donadoni".
DANILEVICIUS - E insiste: "Certe cose non fanno bene. In questo momento non è quello che ci serve. Non è corretto parlare di Francesco e Alessandro (Nesta, ndr). Ripeto, dobbiamo andare a Kaunas e fare di necessità virtù: in questo momento perferisco pensare a Danilevicius piuttosto che a Totti".
BUFFON - Si ritorna alle Far Oer e alle bacchettate di Buffon ("Siamo stati troppo superficiali e faciloni",). "Gigi è il numero uno anche per questo. Ha detto la verità e abbiamo accettato il suo consiglio. Vabbè che non abbiamo segnato sei gol, però alla fine contavano i tre punti". Aggiungendo un concetto che gli appartiene, pensando già alla Francia: "Preferisco essere forte con i forti che forte con i deboli", ricordando l'impresa della Nazionale a Dortmund nella semifinale mondiale contro la Germania e un 6-0 dei tedeschi a San Marino.
SPIRITO - Qualcuno sottolinea che forse si è perso lo spirito del Mondiale. Materazzi non ci sta: "Non credo proprio. Semmai sono cambiate le sensazioni. Lì si giocava per il dentro o fuori ed eravamo nel vivo di una competizione. Dobbiamo fare leva sulle nostre forze: siamo campioni del Mondo e dominiamo in Europa con i club. Bisogna andare a Kaunas da vincitori e fare quello che sappiamo".
BUNKER ROSSONERO - A Milanello, bunker del Milan occupa la camera numero 22, quella di Brocchi: "Ho riposato bene, anche se alla Pinetina si dorme meglio". E si congeda riaffermando che il suo rapporto con il "fratello" Gattuso è sempre forte. Conferma, come ha detto Donadoni, che gli azzurri a Kaunas giocheranno, soprattutto lui e Rino, 90 minuti da assatanati: "Non potrà essere che così, fa parte del nostro carattere, altrimenti a me e a Gatto togliete tutto. E che non si preoccupino gli italiani: ce la faremo a conquistare la qualificazione; dimostreremo che siamo uomini prima che calciatori. Vedrete che ci toglieremo ancora una volta delle soddisfazioni".
FEDELTA' ZAMBROTTA - "Non voglio fare nessuna polemica, ci mancherebbe altro, ma se uno tiene alla Nazionale qui ci viene sempre". Queste le parole di Gianluca Zambrotta in riferimento ai rifiuti eccellenti e in particolar modo al caso Totti. "Io penso a fare gruppo con quelli che ci sono qui- ha aggiunto Zambrotta- non penso a farlo con quelli che non sono presenti. Ripeto, se uno ci tiene alla maglia della Nazionale ci deve tenere sempre, non solo nelle partite importanti. Questo, però, è il mio punto di vista e non è assolutamente una critica a Totti o Nesta. Sulle loro questioni dovete chiedere a loro e all'allenatore".
dal nostro inviatoGaetano De Stefano

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Lun 04 Giu 2007, 14:15 Profilo Invia messaggio privato MSN
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
ma ke è totti x sceglere quando giocare con la maglia della nazionale?

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Lun 04 Giu 2007, 14:20 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Lo sconosciuto Quagliarella
Una sorpresa per il Brasile

Stampa articolo | Invia articolo | Commenti:18
La doppietta dell'attaccante azzurro non è passata inosservata nel Paese sudamericano che però non ha fatto mistero di scoprirlo per la prima volta

Fabio Quagliarella ha esordito in Nazionale a marzo. Reuters
ROMA, 6 GIU - La notizia, e le immagini, delle prodezze di Fabio Quagliarella in Lituania-Italia hanno subito fatto il il giro del mondo, non senza qualche segno di stupore. L'agenzia di stampa brasiliana Estado ha infatti dato la notizia "Uno sconosciuto colloca l'Italia al secondo posto di Euro 2008". Anche nel pezzo il sampdoriano viene definito allo stesso modo: "Con due gol dello sconosciuto attaccante Fabio Quagliarella, che gioca nella Sampdoria, l'Italia ha battuto la Lituania per 2-0". Il sito Globoesporte informa che "Quagliarella è un giocatore della Sampdoria" e poi che "le sue bombe hanno garantito il successo agli azzurri".
gasport

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Gio 07 Giu 2007, 8:25 Profilo Invia messaggio privato MSN
Palermo Neroblu
Amministratore



Registrato: 16/08/04 10:15
Messaggi: 6731
Residenza: Palermo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
veramente 2 grandissimi gol di Quagliarella... un attaccante che farà tanta strada, questo è sicuro. ha la stoffa. e credo che dal gruppo azzurro non ne uscirà più tanto facilmente.
ora pensiamo alla Francia ed all'Ucraina... due partite da cardiopalma.

_________________
11/11/2007: IO NON SONO UN ULTRAS!
Gio 07 Giu 2007, 8:37 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
macciu
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 13:28
Messaggi: 4337
Residenza: Castelli Calepio(Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Ma Quagliarella lo vedremo mai segnare da due passi? Ah no per quelli c'è Inzaghi.. Very Happy

Cmq ieri non ho visto la partita e pensavo che il gol fosse sempre lo stesso visto da angolazioni diverse, poi mi sono accorto che in uno la palla era più alta...

_________________


Quanto è bella mia cugina Bianca,top model!

www.biancabalti.com

Guarda i miei video!

http://www.youtube.com/watch?v=-sus82vGDi8

http://www.youtube.com/watch?v=8A9u5bjWLMY
Gio 07 Giu 2007, 9:16 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Garzu
Seguace della Dea



Registrato: 24/08/05 13:58
Messaggi: 909
Residenza: Viserbæ (ARIMINVM)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
macciu ha scritto:
Cmq ieri non ho visto la partita e pensavo che il gol fosse sempre lo stesso visto da angolazioni diverse, poi mi sono accorto che in uno la palla era più alta...


Ma se non erro nel primo parte da azione in solitaria, nel secondo goal invece passaggio, controllo e botta imprendibile...

Comunque davvero impressionante per Quagliarella, non tanto la quantità di goal, ma la loro qualità...durante tutto il campionato! ;)

_________________
No Alle Giovani Moderne!
Gio 07 Giu 2007, 14:16 Profilo Invia messaggio privato MSN ICQ
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
un grande quagliarella, ormai nessuno lo porterà via dal giro della nazionale. ora dobbiamo battere la francia e l'ucraina

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Gio 07 Giu 2007, 14:20 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Riva: "Totti adesso
deve decidersi"
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:143 Di' la tua
Il dirigente azzurro: "Non abbiamo fretta. Ci sarà un chiarimento con Donadoni e si prenderà una decisione. È chiaro però che dubbi non ce ne devono essere. Nesta ha parlato apertamente: non possiamo che dirgli grazie"
L'ultima immagine di Totti con la maglia azzurra. Reuters
L'ultima immagine di Totti con la maglia azzurra. Reuters
ROMA, 13 giugno 2007 - "Si è parlato un po' di tutto", del presente e del futuro dell'Italia. Gigi Riva ha riassunto così i contenuti del vertice tenuto ieri in Figc con il presidente Giancarlo Abete e il c.t. Roberto Donadoni. Ovviamente si è parlato molto di Francesco Totti e di Alessandro Nesta, per capire se e quando torneranno in Nazionale. "È stato fatto il punto sulla situazione a fine anno. Abbiamo discusso di Totti, dell'addio di Nesta, dei risultati, del prossimo programma, dell'amichevole con l'Ungheria ad agosto", ha spiegato Riva.
ASPETTIAMO UNA RISPOSTA - Passata la Lituania, insomma, come promesso da Giancarlo Abete, si è parlato del romanista e in questo senso Riva è stato chiaro: sul tormentone verrà comunque messo un punto definitivo. "La questione verrà affrontata al più presto, ma non essendoci per ora convocazioni, c'è tempo per trovare una soluzione che possa essere definitiva - ha analizzato il dirigente azzurro -. Si parlerà con Totti e si sentirà cosa ne pensa, per vedere come stanno le cose. Non c'è però niente di immediato. Totti farà sapere cosa vuol fare, deve essere lui a dare una risposta".
CHIAREZZA - Su un eventuale impiego part-time Riva ha messo le mani avanti: "Aspettiamo di valutare bene certe cose. Aspettiamo di sentire il ragazzo, poi eventualmente ci sarà un chiarimento con l'allenatore e si prenderà una decisione. È chiaro però che dubbi non ce ne devono essere, ci deve essere una decisione chiara".
NESTA - Poi l'addio di Nesta. "Il rossonero ha 31 anni, ha giocato 78 partite in Nazionale, ha avuto due brutti infortuni. Alessandro ha parlato apertamente e chiaramente, a lui va solo detto grazie per quello che ha fatto, perché è stato uno dei leader della Nazionale in questi anni", ha sintetizzato Riva.

gasport

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Gio 14 Giu 2007, 6:28 Profilo Invia messaggio privato MSN
Albe
Seguace della Dea



Registrato: 23/06/06 17:57
Messaggi: 1127
Residenza: Mozzo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
la devono smettere di fare le primedonne...troppo facile vincere il mondiale e poi levare le tende...se alla maglia azzurra ci tieni veramente lo dimostri con la Germania come con le Faer Oer! assurdo sto tira e molla che dura da quasi un anno e che sta penalizzando enormemente il lavoro di Donadoni...

_________________
Adoma ona Coppa Italia
Però chesta maglia
La g'ha ergot de diferènt
Gio 14 Giu 2007, 12:51 Profilo Invia messaggio privato
cesco79
Simpatizzante



Registrato: 05/04/07 10:33
Messaggi: 332
Residenza: Seriate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
credo che finchè garantiremo la nostra attenzione a gente come Totti, Buffon Cannavaroe Pirlo( gente che io ritengo senza un minimo di attaccamento alla maglia azzurra) nn dovremo sorprenderci se fanno certi risultati:Donadoni fa molto bene a puntare sugli "sconosciuti" che quando vedono azzurro si caricano come molle...quagliarella docet!....cerdo che se si puntasse su questi elementi nn avremmo gente alla Vieri che pensa di esser L'UOMO ( ???) o Totti che fa diventare un caso nazionale il suo rifiuto alla Nazionale...IO LA PENSO COSI'....in definitiva fuori i coglionie il coraggio
MOLA MIA LEU'

_________________
Mi chiedo come sarà l'inverno Con una primavera che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la notte Con un giorno che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la vita Con una luce che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la vita Con un dolore che dura in eterno
In ogni notte c'è un nero diverso In ogni notte desidero tornare
Al tempo in cui cavalcavo Attraverso le foreste antiche
In ogni inverno c'è un freddo diverso In ogni inverno mi sento così vecchio
Molto vecchio così come la notte Molto vecchio così come il terribile freddo
Gio 14 Giu 2007, 13:14 Profilo Invia messaggio privato
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
basta trattare con totti. se ci tiene alla maglia azzurra deve giocare contro tutti altrimenti se desidera giocare solo i match più importanti stia a casa sua, ke io nn lo rimpiango di certo

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Gio 14 Giu 2007, 16:07 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
cesco79
Simpatizzante



Registrato: 05/04/07 10:33
Messaggi: 332
Residenza: Seriate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Totti fò de cojoni PLEASE!!! e senza tanti discorsi ....

_________________
Mi chiedo come sarà l'inverno Con una primavera che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la notte Con un giorno che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la vita Con una luce che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la vita Con un dolore che dura in eterno
In ogni notte c'è un nero diverso In ogni notte desidero tornare
Al tempo in cui cavalcavo Attraverso le foreste antiche
In ogni inverno c'è un freddo diverso In ogni inverno mi sento così vecchio
Molto vecchio così come la notte Molto vecchio così come il terribile freddo
Gio 14 Giu 2007, 16:18 Profilo Invia messaggio privato
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Abete: "Totti? No al part time"
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:49 Di' la tua
Il presidente federale: "Non credo sia giusto fare eccezioni, le scelte devono essere uguali per tutti i calciatori che vogliono indossare la maglia azzurra". E il medico della Roma afferma: "Sono sicuro che questa situazione si risolverà presto"
Francesco Totti, 30 anni, 58 presenze in azzurro. Ansa
Francesco Totti, 30 anni, 58 presenze in azzurro. Ansa
ROMA, 14 giugno 2007 - Telenovela o tormentone, il senso non cambia. Francesco Totti è sempre all'ordine del giorno. Dopo settimane di querelle, il presidente delle Figc, Giancarlo Abete, ha chiarito tutto: niente part-time per il capitano della Roma in Nazionale.
TUTTI UGUALI - "La programmazione deve essere uguale per tutti i giocatori - ha dichiarato il numero uno federale -; le valutazioni tecniche spettano al tecnico Donadoni. Impiego part-time? Non credo sia giusto fare eccezioni, le scelte devono essere uguali per tutti i calciatori che vogliono indossare la maglia azzurra". Un'affermazione forte, anche se Totti è considerato un bene del calcio italiano.
LA PLACCA - A confermare questo concetto ci ha pensato Mario Brozzi, responsabile sanitario della Roma. "Totti part-time in azzurro? Non tocca a me risolvere questa situazione ma sono sicuro che si risolverà presto", ha assicurato il medico. "L'infortunio di Totti è stato tra i più gravi che si siano mai visti, e per un momento la sua carriera è stata a rischio - ha rivelato Brozzi-. La gente ha pensato che fosse meno grave perché è stata ingannata dallo straordinario recupero reso stato possibile dal lavoro di gruppo di medici, fisioterapista, preparatore e soprattutto Totti. Francesco ha deciso di tenere la placca, perché in questo momento toglierla potrebbe rompere il perfetto equilibrio fisico e mentale raggiunto. L'operazione di rimozione potrebbe anche non essere mai effettuata. Se lo fosse ci vorrebbero non meno di 90 giorni per il recupero".
L'ANEDDOTO - Il medico della Roma ha poi raccontato un aneddoto legato al giocatore giallorosso quando è stata effettuata la visita per la decisione da prendere. "Quando abbiamo fatto la visita, Totti con la sua ironia ha detto 'mettetemi le viti anche nell'altra gamba così vinco il pallone d'oro...".
g.des.

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Ven 15 Giu 2007, 6:12 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
l giallorosso intenzionato a chiudere con la gestione di Donadoni
Totti ha deciso: basta con la Nazionale
Nelle prossime ore la rinuncia. Il pressing di Abete, la polemica con Albertini

STRUMENTI
VERSIONE STAMPABILE
I PIU' LETTI
INVIA QUESTO ARTICOLO
ROMA — Pressato dal presidente federale Giancarlo Abete, che vuole una risposta entro fine mese, e in polemica aperta con il suo vice Demetrio Albertini. Mai in sintonia con il c.t. Roberto Donadoni. Osteggiato da gran parte degli azzurri, con il capitano Fabio Cannavaro capofila. Atteso al varco da una critica mai tenera con lui, con la certezza di diventare il capro espiatorio in caso di fallimento contro Francia e/o Ucraina alla ripresa delle qualificazioni all’Europeo 2008 (8 e 12 settembre). Alle prese con una condizione fisica che gli chiede spesso di giocare sopra il dolore: il miracolo non è stato segnare 26 gol nel campionato scorso (Scarpa d’oro europea),ma saper convivere con la sciatalgia nel finale della stagione per guidare la Roma al secondo posto e alla conquista della Coppa Italia.
Ecco perché Francesco Totti ha deciso di dire addio alla nazionale, dove si è sentito veramente a casa sua soltanto sotto la gestione di Marcello Lippi, al Mondiale di Germania 2006. Cioè con l’uomo, molto prima del commissario tecnico, che dopo i l terribile incidente di gioco nella partita Roma-Empoli (19 febbraio 2006, frattura del perone e interessamento dei legamenti della caviglia sinistra) lo andò a trovare in clinica e gli promise: «Per il campionato del mondo ti aspetterò fino all’ultimo minuto». Totti non ha ancora deciso quando fare l’annuncio. O addirittura se farlo ufficialmente o se comunicarlo a chi di dovere e basta, per evitare un’altra polemica che potrebbe investire la Roma durante un ritiro reso già ad alta tensione dal caso-Chivu.
Però la decisione è presa. O, meglio, gli è stata fatta prendere. Totti ha rilasciato nei giorni scorsi un’intervista alla rivista Number ten, nella quale ha già detto molto. In sintesi: «Non so quante partite sono previste con la nazionale, ma nell’anno degli Europei rischiano di essere dieci, forse quindici. Io ne ho parlato con Gigi Riva, quando ero in Sardegna. Ci siamo ripromessi di riprendere il discorso alla fine delle vacanze. Certo che, se aggiungo alle partite della Roma quelle della nazionale, il conto non torna. Giocarle tutte diventa impossibile. Ma non voglio anticipare i tempi, valuterò la situazione con Riva e Donadoni. Comunque, noi calciatori volevamo partire il 19 agosto perché la nazionale arrivasse più preparata agli scontri di settembre. Invece hanno deciso per il 26».
E il presidente federale Giancarlo Abete, che ha subìto il diktat della Lega Calcio, adesso è intransigente con lui e Nesta. E non c’è stata l’apertura, almeno teorica, di gestire le presenze con le reali necessità della nazionale. Il riferimento di Totti a Gigi Riva è importante. È lui il filo ormai sottilissimo che non è ancora stato spezzato. Riva fu decisivo nella gestione di Roberto Baggio al Mondiale di Usa ’94. Tra campioni ci si intende. E così ha fatto con Totti. Però sono davvero pochi gli azzurri che sono rimasti vicini a Francesco. Tra di loro Marco Materazzi, che ieri ha dichiarato al quotidiano Il Romanista: «Sull’inizio del campionato ha ragione Totti. È quello che avevo chiesto anch’io. La decisione di iniziare il 26 anziché il 19 di agosto è contro gli interessi della nazionale. E la possibilità di iniziare prima era reale, questa volta. Anche sull’antidoping sono d’accordo con quello che ha detto Francesco: i controlli vanno fatti a sorpresa, altrimenti non hanno senso».
Non hanno aiutato neppure le celebrazioni del Mondiale vinto un anno fa. Anziché notare certi particolari (nella semifinale contro la Germania, Totti ha giocato 120’ e nel finale — quando Lippi aveva messo contemporaneamente in campo lui, Gilardino, Del Piero e Iaquinta—ha fatto anche il centrocampista) si è tornati spesso sullo scarso apporto dato da Totti alla spedizione. Fino all’accusa di Cannavaro: «Rispetto le scelte dei compagni, ma la penso diversamente. E non mi è piaciuta una cosa: far aspettare. È giusto decidere ed essere chiari: sì o no». Detto dal capitano della squadra, è già una risposta. La seconda.
Luca Valdiserri
19 luglio 2007

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Gio 19 Lug 2007, 21:36 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Totti: "Nazionale addio
La priorità è la Roma"
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:0 Di' la tua
Il capitano giallorosso chiude la sua avventura azzurra: "Ho deciso di smettere per non creare alcun problema al gruppo e allo staff tecnico; soprattutto per motivi fisici. Per me la mia salute è la cosa più importante"
Francesco Totti, 30 anni: da oggi solo Roma. Ansa
Francesco Totti, 30 anni: da oggi solo Roma. Ansa
ROMA, 20 luglio 2007 - Dire che era nell'aria è fin troppo scontato. Francesco Totti alla fine ha deciso: Nazionale addio. Tutto il mondo è a Trigoria per l'atteso annuncio. Tagliente il capitano della Roma: "Ho deciso di smettere per non creare alcun problema al gruppo e allo staff tecnico; l'ho presa per motivi fisici e non tecnici. Ho valutato la cosa per un anno dopo il Mondiale e ho deciso di smettere. Per me la mia salute è la cosa più importante. Un tot di partite all'anno non riesco a farle, a qualcosa devo rinunciare. Quindi alla Nazionale. È una decisione che fa più male a me che ad altre persone. A qualcosa devo rinunciare e purtroppo devo dire alla nazionale perché alla Roma non posso, la Roma ha la priorità".
A breve il servizio completo
Gaetano De Stefano

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Ven 20 Lug 2007, 12:45 Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it