Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Dieci nomi x il 90° giro d'Italia
Vai a 1, 2, 3  Successivo
 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Altri sport Precedente
Successivo
Dieci nomi x il 90° giro d'Italia
Autore Messaggio
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio Dieci nomi x il 90° giro d'Italia
Descrizione:
Rispondi citando
Dieci nomi per un Giro
Stampa Articolo Stampa Articolo | Invia Articolo Invia Articolo | Commenti:46 Di' la tua
Scatta sabato dalla Sardegna il 90° Giro d'Italia. Ecco una rosa di dieci pretendenti al successo finale: 8 italiani e 2 stranieri (Popovych e Rasmussen). Eleggete voi il possibile vincitore
Stefano Garzelli, 33 anni, vincitore del Giro del 2000. Liverani
Stefano Garzelli, 33 anni, vincitore del Giro del 2000. Liverani
OLBIA, 10 maggio 2007 - Sono 198 corridori i corridori dal via del Giro 2007 che scatterà sabato con la cronosquadre tra Caprera e l'Isola della Maddalena. Ma chi lo vincerà? Ecco dieci brevi schede. Scegliete voi il favorito alla maglia rosa finale.
PIETRO CAUCCHIOLI- (31 anni) I francesi della Credit Agricole puntano tutto su di lui. Terzo al Giro 2002.
DAMIANO CUNEGO- (25 anni) Ha vinto il Giro del Trentino, ma voleva di più dalla Liegi. Forte in salita, migliorato a cronometro. Suo il Giro 2004, 4° nel 2006.
DANILO DI LUCA - (31 anni) Ha dominato la Liegi. Il Giro è da sempre il suo sogno. Quarto nel 2005.
STEFANO GARZELLI - (33 anni) Vincitore del Giro 2000. Una vittoria di tappa al Trentino dopo una giornata storta.
VINCENZO NIBALI - (22 anni) I tecnici dicono che lui è il futuro per le corse a tappe. Grande doppietta nei giorni scorsi in Toscana. Tiene bene a cronometro, da verificare sulle grandi salite. Esordio al Giro.
YAROSLAV POPOVYCH - (27 anni) Doveva essere la spalla di Basso, sarà il capitano alla Discovery Channel. Terzo al Giro 2003.
MICHAEL RASMUSSEN - (32 anni) Vincitore della maglia a pois della montagna al Tour 2005 e 2006. Incostante.
RICCARDO RICCO' - (23 anni) In primavera ha entusiasmato. nei giorni scorsi ha avuto un po’ di febbre. Compagno di squadra di Simoni, capace di scattare in salita. Esordio al Giro.
PAOLO SAVOLDELLI - (33 anni) Due giri vinti (2002 e 2005), 5° nel 2006. Vola a cronometro, potrebbe accusare sulle pendenze ripide.
GILBERTO SIMONI - (35 anni) Nel cassetto due giri d’Italia: 2001 e 2003. Sette volte sul podio negli ultimi 8 anni. L’ultima sua vittoria sul Mont Faron, l’11 marzo scorso.

gazzetta

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Ven 11 Mag 2007, 9:25 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
vento Specifiche
12 Maggio
Sabato 1° Tappa
CAPRERA - LA MADDALENA (km 25,6)
(cronometro a squadre)
Cronometro » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
13 Maggio
Domenica 2° Tappa
TEMPIO PAUSANIA - BOSA (km 205)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
14 Maggio
Lunedì 3° Tappa
BARUMINI - CAGLIARI (km 181)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
15 Maggio
Martedì Riposo
16 Maggio
Mercoledì 4° Tappa
SALERNO - MONTEVERGINE DI MERCOGLIANO (km 153)
Media montagnaArrivo in salita » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
17 Maggio
Giovedì 5° Tappa
TEANO - FRASCATI (km 173)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
18 Maggio
Venerdì 6° Tappa
TIVOLI - SPOLETO (km 177)
Media montagna » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
19 Maggio
Sabato 7° Tappa
SPOLETO - SCARPERIA (km 254)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
20 Maggio
Domenica 8° Tappa
BARBERINO DI MUGELLO - FIORANO MODENESE (km 200)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
21 Maggio
Lunedì 9° Tappa
REGGIO EMILIA - LIDO DI CAMAIORE (km 177)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
22 Maggio
Martedì 10° Tappa
CAMAIORE - SANT. NOSTRA SIGNORA DELLA GUARDIA (km 250)
Media montagnaArrivo in salita » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
23 Maggio
Mercoledì 11° Tappa
SERRAVALLE SCRIVIA - PINEROLO (km 198)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
24 Maggio
Giovedì 12° Tappa
SCALENGHE - BRIANÇON (Francia) (km 163)
Alta montagna » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
25 Maggio
Venerdì 13° Tappa
BIELLA - SANTUARIO DI OROPA (km 12,6)
(cronometro individuale)
CronometroArrivo in salita » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
26 Maggio
Sabato 14° Tappa
CANTU - BERGAMO (km 192)
Media montagna » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
27 Maggio
Domenica 15° Tappa
TRENTO - TRE CIME DI LAVAREDO/Auronzo (km 184)
Alta montagnaArrivo in salita » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
28 Maggio
Lunedì Riposo - AGORDO » Dati riposo
29 Maggio
Martedì 16° Tappa
AGORDO/Dolomiti Stars - LIENZ (Austria) (km 189)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
30 Maggio
Mercoledì 17° Tappa
LIENZ (Austria) - MONTE ZONCOLAN (km 142)
Alta montagnaArrivo in salita » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
31 Maggio
Giovedì 18° Tappa
UDINE - RIESE PIO X (km 203)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
1 Giugno
Venerdì 19° Tappa
TREVISO - TERME DI COMANO (km 179)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
» Dettagli salita
2 Giugno
Sabato 20° Tappa
BARDOLINO - VERONA (km 43)
(cronometro individuale)
Cronometro » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria
3 Giugno
Domenica 21° Tappa
VESTONE - MILANO (km 185)
Pianeggiante e ondulato » Planimetria
» Cronotabella
» Altimetria

gazzetta

Ci sono tappe davvero spettacolari quest'anno... sarà un gran giro!

RoB!

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Ven 11 Mag 2007, 9:26 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Questa pare che sia una delle vette piu difficili al mondo:

Tappa 17





RoB!

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Ven 11 Mag 2007, 9:28 Profilo Invia messaggio privato MSN
Garzu
Seguace della Dea



Registrato: 24/08/05 13:58
Messaggi: 909
Residenza: Viserbæ (ARIMINVM)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
robyrobyla ha scritto:



RoB!


Ciuppa!!

Alè Saöldel!!

_________________
No Alle Giovani Moderne!
Ven 11 Mag 2007, 12:56 Profilo Invia messaggio privato MSN ICQ
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
il giro lo vince falco saoldel

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Ven 11 Mag 2007, 16:00 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
glennpeter
Utente base



Registrato: 15/01/06 09:28
Messaggi: 192
Residenza: Salerno

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Il cuore dice Savoldelli, la ragione dice ke il "Falco" è un gradino sotto (sulla carta) di Cunego e Simoni. Speriamo ke il cuore possa prevalere...................a cominciare dalla tappa di oggi!!!!!!!!!!!

SEMPRE FORZA DEA!!!!!!!!!!!!!
Sab 12 Mag 2007, 9:39 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Gasparotto prima maglia rosa
Stampa Articolo Stampa Articolo | Invia Articolo Invia Articolo | Commenti:13 Di' la tua
La Liquigas vince la cronosquadre d'apertura da Caprera a La Maddalena e il friulano, che ha tagliato per primo il traguardo nella sua squadra, è il leader della corsa
Enrico Gasparotto è nato il 22-3-1982. Liverani
Enrico Gasparotto è nato il 22-3-1982. Liverani
LA MADDALENA (Sassari), 12 maggio 2007 - La prima tappa del Giro d'Italia, una cronosquadre da Caprera alla Maddalena di 25.6 chilometri, ha visto il successo della Liquigas. L'ex campione italiano Enrico Gasparotto, che ha tagliato per il traguardo per la squadra diretta da Mario Scirea, è la prima maglia rosa.

www.gazzetta.it

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Sab 12 Mag 2007, 17:43 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
McEwen-Petacchi 1-0
Di Luca finalmente in rosa
Stampa Articolo Stampa Articolo | Invia Articolo Invia Articolo | Commenti:28 Di' la tua
La seconda tappa del Giro vede il successo in volata dello sprinter australiano che brucia sul traguardo l'iridato Bettini e lo spezzino, rimontato ai 150 metri. L'abruzzese della Liquigas in vetta alla classifica
Robbie McEwen, 35 anni il prossimo 24 giugno, vince in volata la 2ª tappa del Giro. Ansa
Robbie McEwen, 35 anni il prossimo 24 giugno, vince in volata la 2ª tappa del Giro. Ansa
BOSA (Oristano), 13 maggio 2007 - Robbie McEwen centra la 5ª vittoria stagionale (in precedenza si era aggiudicato la 3ª tappa Jayco Bay Classic: Ritchie Boulevard; la 5ª tappa Tour Down Under; la 1ª tappa Tirreno-Adriatico; la 2ª tappa Giro di Romandia), 136ª in carriera e 12ª al Giro (2 nel 2002 e nel 2003, 1 nel 2004, 3 nel 2005 e nel 2006 prima di oggi). L’australiano della Predictor-Lotto, 34 anni, è stato svelto come un gatto a saltare fuori dalla ruota di Petacchi e vincere la prima volata di questa corsa rosa. Alle sue spalle è finito Paolo Bettini, mentre il velocista della Milram ha chiuso al 3° posto dopo che la sua squadra aveva lavorato benissimo per lanciarlo nella condizione ideale.
DI LUCA IN ROSA - Danilo Di Luca, che al termine della prima tappa era considerato la maglia rosa dei favoriti ora è a tutti gli effetti maglia rosa grazie al gioco dei piazzamenti. L’abruzzese s’è subito ripreso quella maglia che doveva essere sua, almeno nei piani Liquigas, già ieri alla Maddalena ma che era finita sulle spalle del suo compagno Enrico Gasparotto (che ieri ha corso anche con i pantaloncini rosa che gli ha prestato proprio Danilo). Evidentemente il «Killer» sta benissimo e non ha paura di sopportare il carico di stress in più che comporta vestire il simbolo del primato. La maglia rosa, infatti, tra interviste, antidoping e premiazioni mediamente arriva in albergo un’ora e mezzo o due dopo gli altri. E in una corsa di tre settimane dove il recupero è fondamentale nella ricerca del risultato finale questo è un dato da non sottovalutare.
LA CRONACA - La tappa, per il resto, è vissuta su una lunga fuga di cinque corridori: Facci, Masciarelli, Labbe, Bessy e Brutt. Proprio quest’ultimo, russo della Tinkoff che ha indossato la maglia verde di leader della montagna è stato l’ultimo ad arrendersi a circa 10 km dal traguardo. Il canadese Michael Barry (T-Mobile), che giovedì ha saltato i controlli antidoping perché arrivato tardi in Sardegna (avrebbe perso l’aereo), oggi non ha preso il via della 2ª tappa. Andrea Tonti, gregario di Paolo Bettini, è finito invece all’ospedale per la frattura del setto nasale a causa di una caduta ai 1300 metri. Per lui il Giro è già finito.
Domani la corsa rosa prosegue con la terza frazione, l’ultima in Sardegna: Barumini-Cagliari, km 181. Poi la carovana si sposterà sul continente, in Campania. Martedì primo dei due giorni di riposo, si riprenderà mercoledì con la quarta tappa: Salerno-Montevergine di Mercogliano, primo arrivo in quota

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Dom 13 Mag 2007, 19:20 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Petacchi è tornato
Stampa Articolo Stampa Articolo | Invia Articolo Invia Articolo | Commenti:20 Di' la tua
Il velocista della Milram ha vinto allo sprint la terza tappa sul traguardo di Cagliari davanti al tedesco Forster e all'argentino Richeze. Gasparotto si riprende la maglia rosa
Alessandro Petacchi, 32 anni, sul traguardo di Cagliari. Bettini
Alessandro Petacchi, 32 anni, sul traguardo di Cagliari. Bettini
CAGLIARI, 14 maggio 2007 - Alessandro Petacchi, giunto al 12° centro stagionale, ha vinto allo sprint la terza tappa del Giro d’Italia, Barumini-Cagliari di 181 chilometri. Per lo spezzino della Milram, 33 anni, commosso dopo il traguardo, si tratta del ventesimo successo nella corsa rosa: in passato 6 nel 2003, 9 nel 2004, 4 nel 2005, mentre l’anno scorso era rimasto a secco dopo la caduta nella tappa di Namur, quando era stato costretto al ritiro per la frattura della rotula. Alle sue spalle Forster, il tedesco della Gerolsteiner. Poi Richeze, McEwen e Napolitano. "L'ho detto che per me vincere al Giro sarebbe stato come vincere la prima tappa in carriera perché dopo la frattura ho ricominciato da capo ed ho sofferto molto - ha detto Ale-jet all'arrivo -. Posso perdere ancora qualche volata ma ora non mi rompete più. Io penso di essere stato un grande professionista, solo chi sta intorno a me sa cosa ho sofferto, cosa abbiamo sofferto. La dedico a mia moglie e a tutte le persone che mi vogliono bene veramente. La voglio dedicare a due amici: Michele Bartolini e un altro di cui non faccio il nome". Grazie al miglior piazzamento rispetto a Danilo Di Luca, la maglia rosa è tornata sulle spalle di Enrico Gasparotto.
Il gruppo ha annullato nel finale la lunga fuga di Giovanni Visconti (Quick Step Innergetic) e Mikhail Ignatiev (Tinkoff Systems), scattati dopo una manciata di chilometri e ripresi a 4 chilometri dall'arrivo. Nel finale sono state segnalate cadute: tra i coinvolti anche Cunego, Simoni e Hushovd. Ottavo posto per Enrico Gasparotto, che grazie al gioco del piazzamenti torna in rosa a scapito del compagno Danilo Di Luca. Domani la corsa osserverà il primo dei due giorni di riposo, lasciando la Sardegna e trasferendosi in mattinata con due voli charter in Campania. Si riprenderà mercoledì con la quarta tappa, Salerno-Montevergine di Mercogliano, km 153, primo arrivo in salita. Un traguardo che il Giro d’Italia ha affrontato altre due volte: nel 2001 vinse Danilo Di Luca, nel 2004 Damiano Cunego.
Ciro Scognamiglio

www.gazzetta.it

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Lun 14 Mag 2007, 17:33 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Di Luca si prende tutto
tappa e maglia rosa
Stampa Articolo Stampa Articolo | Invia Articolo Invia Articolo | Commenti:91 Di' la tua
L'abruzzese della Liquigas ha vinto sul primo traguardo in salita di questo Giro: a Montevergine di Mercogliano: dietro di lui Riccò e Cunego. Attardati Simoni, Savoldelli e l'iridato Bettini dolorante per una caduta
Danilo Di Luca, 31 anni, nuovo leader del Giro. Ap
Danilo Di Luca, 31 anni, nuovo leader del Giro. Ap
MONTEVERGINE DI MERCOGLIANO (AV), 16 maggio 2007 - Primo arrivo in salita e primi verdetti al Giro d’Italia. Danilo Di Luca, vincitore di tappa e nuova maglia rosa, ha dalla sua anche la squadra più forte. La Liquigas infatti è stata esemplare nella gestione tattica della corsa. Quando c’era in atto la fuga di Brutt, Krivstov e Irizar, ha lasciato la tappa nelle mani della Saunier, poi quando sulla salita di 17 km verso il traguardo ci sono stati scatti a ripetizione (Rabon, Cuapio, Zampieri, Visconti, Marzano, Cioni e Sella) ha tenuto un’andatura regolare per facilitare il suo capitano. Di Luca, infatti non stava benissimo ("Mi fa molto male il sedere", ha detto subito dopo l’arrivo) a causa della maxicaduta in cui era rimasto coinvolto al km 88 con Gasparotto (187° a 14'24") e Bettini (che è arrivato molto sofferente al traguardo per la botta al fianco sinistro e con un distacco di 5'01").
Nella volata a tre, dietro Di Luca è arrivato Riccardo Riccò. Il modenese continua a dire di correre per Simoni, suo capitano. Ma Gilberto qui ha perso 15" che sommati ai 20" d’abbuono conquistati da Di Luca mettono il trentino a 2' esatti dalla maglia rosa, mentre Riccò è a 1’33". Insomma, più che gregario il modenese si sta proponendo come vera alternativa. Terzo sul traguardo è stato Damiano Cunego, 6° nella generale a 54". Benino anche Garzelli, 5° a 3". Chi invece è andato molto male su questa prima salita è Paolo Savoldelli. Il bergamasco ha perso 34". La sua unica consolazione è pensare che nel 2001 andò peggio visto che perse 2'30".

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Gio 17 Mag 2007, 6:25 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Forster beffa Petacchi
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:35 Di' la tua
Il tedesco della Gerolsteiner si aggiudica la volata della 5ª tappa, davanti a Hushovd e lo spezzino chiuso alle transenne da Richeze. Di Luca conserva il primato in generale
Robert Forster, 29 anni, sfreccia a Frosinone. Bettini
Robert Forster, 29 anni, sfreccia a Frosinone. Bettini
FRASCATI, 17 maggio 2007 - Robert Forster, tedesco della Gerolsteiner, 29 anni, ha vinto la 5ª tappa del Giro, la Teano-Frascati. La classifica generale non è cambiata e Danilo Di Luca non ha avuto nessuna difficoltà a conservare la maglia rosa.
PETACCHI RECRIMINA - La volata però ha fatto discutere. I velocisti hanno accusato gli organizzatori di avere studiato un percorso troppo pericoloso. Ma ci sono state anche accuse dirette da Petacchi (3°) verso l’argentino Richeze (6°), reo, secondo lo spezzino, di avere commesso delle scorrettezze.
Per Forster è il 21° successo in carriera, il 2° al Giro dopo la tappa conclusiva di Milano dello scorso anno. Nella scorsa stagione vinse anche la tappa di Almussafes, alla Vuelta Espana.
CORAGGIO IGNATIEV - Per il resto la tappa è stata segnata da una lunghissima fuga del russo Mikhail Ignatiev, 22 anni. Il corridore della Tinkoff, sette maglie iridate nelle categorie giovanili e un oro olimpico su pista nel cassetto, s’è sganciato al km 15 in compagnia del francese Buffaz. Al km 118 Buffaz s’è staccato e il russo ha proseguito in solitario fino a 20 km dalla conclusione. Ignatiev, già in fuga nella 3ª tappa, ha messo insieme 310 km di fuga. Bravura e coraggio o tattica suicida? Forse più la seconda visto che ha in atto una sfida col suo compagno Pavel Brutt. Per ora stanno 310 a 303 per Ignatiev.

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Gio 17 Mag 2007, 20:07 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
A Spoleto festival di Pinotti
Laverde vince la tappa
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:0 Di' la tua
Il colombiano si aggiudica la sesta tappa, ma il bergamasco della T-Mobile dopo una lunga fuga strappa la maglia rosa a Di Luca. Il gruppo ad oltre 7'
Il colombiano Luis Laverde, 27 anni, già vincitore lo scorso anno a Domodossola. Liverani
Il colombiano Luis Laverde, 27 anni, già vincitore lo scorso anno a Domodossola. Liverani
SPOLETO, 18 maggio 2007 - Luis Felipe Laverde ha vinto la sesta tappa del Giro d’Italia, Tivoli-Spoleto di 177 km. Il colombiano della Panaria-Navigare, 27 anni, ha regolato allo sprint il bergamasco Marco Pinotti (T-Mobile), che è la nuova maglia rosa.
LA CRONACA - Laverde e Pinotti sono andati in fuga al chilometri 61, insieme a Kern, Schwab e Contrini: scalati il Terminillo e Forca Capistrello, sull’ultima asperità, Forca di Cerro, Laverde (già vincitore al Giro del 2006, tappa di Domodossola) ha attaccato e solo Pinotti ha resistito all’affondo. Il bergamasco sul traguardo di Spoleto si è “accontentato” della maglia rosa e ha lasciato la vittoria di giornata al compagno di fuga, dandogli anche una pacca sulla spalla un attimo prima della linea bianca. Kern e Schwab sono arrivati a circa 1’30”, Contrini a quasi 4”. Più lontano il gruppo dei migliori: come avevano annunciato, Danilo Di Luca (che alla partenza ha incontrato l’amico-tifoso Jarno Trulli) e la Liquigas non hanno controllato la corsa. Baliani ha anticipato il grosso del plotone (regolato da Petacchi) quando dall’arrivo del vincitore erano passati circa 7’ (Pinotti, stamane, aveva 3’11” di ritardo da Di Luca). Domani il Giro prosegue con la 7ª tappa: Spoleto-Scarperia, 254 km, la frazione più lunga della corsa. Tranne il Valico Croce a Mori, gpm di terza categoria a 55 km dal traguardo, non ci sono difficoltà altimetriche di rilievo: il finale è nell’autodromo del Mugello.
Ciro Scognamiglio

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Ven 18 Mag 2007, 16:41 Profilo Invia messaggio privato MSN
Albe
Seguace della Dea



Registrato: 23/06/06 17:57
Messaggi: 1127
Residenza: Mozzo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
ottimo un bergamasco in maglia rosa!

_________________
Adoma ona Coppa Italia
Però chesta maglia
La g'ha ergot de diferènt
Ven 18 Mag 2007, 19:10 Profilo Invia messaggio privato
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Al Mugello trionfa Petacchi
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:28 Di' la tua
Sulla pista di Scarperia sprint regale di Ale-jet, lanciato dal treno Milram. Bruciati sul filo di lana Hushovd, Bettini, Napolitano e Rojas. Pinotti resta in maglia rosa
Alessandro Petacchi (a destra), trionfa a Scarperia. Afp
Alessandro Petacchi (a destra), trionfa a Scarperia. Afp
SCARPERIA, 19 maggio 2007 - Sul circuito del Mugello Alessandro Petacchi festeggia la dodicesima vittoria stagionale, la seconda in questo Giro d’Italia su 7 tappe. Alle sue spalle, nell’ordine, finiscono Hushovd, Bettini, Napolitano e Rojas Gil, mentre Robbie McEwen ha dovuto accontentarsi del 14° posto. La classifica generale non subisce sostanziali modifiche. L’ingegner Marco Pinotti conserva la maglia rosa con un vantaggio di 3'30" sul professor (in matematica) Hubert Schwab che indossa la maglia bianca della classifica dei giovani. Al terzo posto, a 4'12", c’è sempre Danilo Di Luca.
L'AZIONE - Oggi Paolo Bettini, le cui condizioni fisiche sono in netta ripresa dopo la caduta di mercoledì, ha provato di tutto per sparigliare le carte, cioè per evitare che la tappa finisse nella prevista volata. E il Grillo quasi riesce nel suo intento visto che nell’unico gran premio della montagna (Valico Croce a Mori, gpmdi 3A categoria a 55 km dal traguardo) il ritmo della sua Quick Step spacca il gruppo e fa fuori tutti i velocisti, a eccezione di Petacchi e McEwen. Ma è stata la Credit Agricole di Thor Hushovd a ricompattare il plotone.
IL TRENO - A circa mille metri dalla conclusione è stato lo svizzero Fabian Cancellara a partire come una moto (del resto siamo in un tempio del motociclismo). A quel punto è stato bravo l’australiano Brett Lancaster a pilotare i Milram all’inseguimento. Una volta ripreso l’iridato crono, s’è lanciato Alberto Ongarato per agevolare lo sprint vincente di AleJet.
dal nostro inviatoClaudio Ghisalberti

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Sab 19 Mag 2007, 18:34 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Giro, scoppia il caso Riccò
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:38 Di' la tua
Arvesen a Fiorano brucia allo sprint l'iridato Paolo Bettini, dopo una lunga fuga che ha visto in azione ben 22 corridori, tra i quali all'inizio c'era anche Riccò che al traguardo innesca la polemica. Ma il compagno di squadra Simoni lo accusa. Pinotti difende la maglia rosa
Kurt Arvesen esulta sul traguardo di Fiorano. Dietro di lui Bettini. Ap
Kurt Arvesen esulta sul traguardo di Fiorano. Dietro di lui Bettini. Ap
FIORANO MODENESE, 20 maggio 2007 - Kurt Asle Arvesen è il vincitore della 8ª tappa del Giro, mentre Marco Pinotti prosegue in maglia rosa anche se la classifica ha subito un forte scossone ed ora sente il fiato sul collo di Andrea Noè che si è portato alle sue spalle a solo 28".
Arvesen ha battutto in volata Bettini e Bazayev e altri 19 compagni di fuga tra i quali Hincapie, Nocentini, Sella, Noè, Bruseghin, Cioni, Marzano, Rubiera e Yakovlev. L’azione che ha deciso la gara è nata al km 24, poi allo sprint il 32enne danese della Csc, iridato under 23 a San Sebastian 1997, ha rimontato nel finale il campione del Mondo Paolo Bettini, secondo, il più generoso nel riportarsi su Sella che aveva tentato l’affondo all’ultimo chilometro.
LA POLEMICA - Ma la tappa odierna è stata attraversata anche da uno strano episodio che, dopo il traguardo, non ha mancato di suscitare vivaci polemiche. Riccardo Riccò in un primo momento era entrato nella fuga, poi scendendo dal passo della Futa s’è rialzato. Qualcuno non lo voleva in fuga o la squadra lo ha fermato? Per ora è un mistero. Di sicuro il rosso modenese è arrivato al traguardo molto arrabbiato. "Continuavano a scattare. Poi quando mi sono staccato sono andati d’amore e d’accordo", ha sibilato prima di fiondarsi verso il bus. “Ha fatto tutto da solo, non ho capito quest’azione, dovremo parlarci”, ha detto al traguardo Gilberto Simoni, suo capitano alla Saunier-Duval. Più tardi poi il modenese, che ha lasciato l'arrivo molto infuriato, ha spiegato di aver ricevuto l'ordine dall'ammiraglia di fermarsi.
IL VINCITORE - Arvesen, 32 norvegese di Molde, è passato pro’ nel settembre 1998 con la Asics di Davide Boifava dopo avere vinto l’anno precedente il mondiale under 23 a San Sebastian. Nel 2003, a Faenza, vinse la tappa al Giro che portò Simoni in maglia rosa per un secondo su Garzelli, mentre quella odierna è la 14ª vittoria in carriera. L’Italia l’ha scoperta proprio da pro’, andando per tre anni a vivere a Manerba del Garda. Poi dopo una parentesi in Lussemburgo è tornato sulle rive del Benaco, prima a Gavardo e ora a Polpenazze. A Vallio Terme una cinquantina di amici ha dato vita ad un club di tifosi per lui.
Domani il Giro prosegue con la nona frazione: Reggio Emilia-Lido di Camaiore, km 177, col traguardo a un passo da casa-Petacchi. Poi martedì secondo arrivo in salita, al Santuario di Nostra Signora della Guardia (Genova).
dal nostro inviatoClaudio Ghisalberti

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Dom 20 Mag 2007, 18:52 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
A Camaiore sfreccia Napolitano
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:0 Di' la tua
La nona tappa vede il successo dello sprinter siciliano della Lampre-Fondital. Battuti in volata McEwen e Petacchi. Pinotti resta maglia rosa
Danilo Napolitano (a sin.) è nato il 31 gennaio 1981. Ianuale
Danilo Napolitano (a sin.) è nato il 31 gennaio 1981. Ianuale
LIDO DI CAMAIORE (Lucca), 21 maggio 2007 - Danilo Napolitano ha vinto allo sprint la nona tappa del Giro d’Italia, Reggio Emilia-Lido di Camaiore, km 177. Il siciliano della Lampre-Fondital, 26 anni, ha battuto allo sprint l’australiano Robbie McEwen (Predictor-Lotto) e Alessandro Petacchi (Milram), battuto quindi in casa perché vive proprio a Lido di Camaiore.
Per Napolitano, che è all’esordio al Giro, è il primo successo in una grande corsa a tappe, il secondo 2007 dopo una tappa della Vuelta Murcia (in carriera è a quota 16): allo sprint sul rettilineo di Lido di Camaiore, inevitabile dopo che la fuga di giornata (Kunitski, Simone Masciarelli, Crosbie, Bessy, allo scoperto per 100 km) era stata riassorbita ai meno 6, è partito per ultimo ma è riuscito a rimontare i due favoriti. Quarto Bettini, quinto lo spagnolo Koldo Fernandez.
Nessuna variazione di rilievo in classifica generale: Marco Pinotti (T-Mobile) guida sempre con 28” su Andrea Noè. Ma domani la decima tappa, Camaiore-Santuario Nostra Signora della Guardia (km 250), offre il secondo arrivo in salita della corsa: la salita che domina Genova misura quasi 9 km con pendenze medie del 8% (massima 14%), e chiama all’azione i big.
Ciro Scognamiglio

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Lun 21 Mag 2007, 17:15 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Piepoli e Noè
largo ai veterani
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:6 Di' la tua
Nella 10ª tappa del Giro d'Italia, lo scalatore 35enne della Saunier Duval precede Di Luca e Schleck sul traguardo. La maglia rosa va al 38enne della Liquigas, il ciclista "più anziano" del gruppo
Leonardo Piepoli, 35 anni, allunga in salita. Bettini
Leonardo Piepoli, 35 anni, allunga in salita. Bettini
SANTUARIO NOSTRA SIGNORA DELLA GUARDIA, 22 maggio 2007 - Leonardo Piepoli ha vinto la 10ª tappa del Giro d’Italia, da Camaiore al Santuario di Nostra Signora della Guardia, km 250. Sull’arrivo in quota (760 metri) che domina Genova, il 35enne pugliese della Saunier Duval si è imposto per distacco andando a cogliere il 3° successo in carriera parziale nella corsa rosa, dopo le tappe di La Thuile e del Passo Furcia l’anno scorso, e il 30° della carriera da professionista. Danilo Di Luca, il primo ad attaccare sulla salita finale (ai meno 6 km), dopo che si era esaurito il tentativo da lontano di Parra, Losada, Ardila, Dupont, Baliani e Hincapie, è arrivato 2° a 18”. Terzo, a 27” il giovane lussemburghese della Csc Andy Schleck. Quarto 4° a 32” Gilberto Simoni, quinto a 40” Riccardo Riccò che ha completato il trionfo Saunier Duval-Prodir: tre uomini nei primi cinque. Subito dopo il modenese sono arrivati Savoldelli e Cunego (43” di distacco per il veronese).
Marco Pinotti, il 31enne bergamasco della T-Mobile, è arrivato staccato di 4’30” circa e ha perso la maglia rosa, indossata da Andrea Noè, che l’aveva già vestita per un giorno nel 1998: il 38enne lombardo della Liquigas, il più vecchio del Giro, ha ora 1’08” su Bruseghin e 1’15” su Arroyo.
Domani il Giro prosegue con l’11ª tappa, Serravalle Scrivia-Pinerolo, km 198, senza grosse difficoltà altimetriche: un’altra occasione per velocisti.

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Mar 22 Mag 2007, 16:26 Profilo Invia messaggio privato MSN
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
savoldelli oggi si è difeso bene. vedo molto in forma di luca.

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Mar 22 Mag 2007, 16:32 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Di Luca, colpo doppio
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:
L'abruzzese attacca a 1 km dalla vetta dell'Izoard e trionfa sul traguardo di Briançon, dove si riveste di rosa. Simoni e Cunego in scia, Riccò a 2'33"
Danilo Di Luca in azione in salita. Liverani
Danilo Di Luca in azione in salita. Liverani
BRIANCON (Fra), 24 maggio 2007 - Danilo Di Luca, ha vinto la 12ª tappa del Giro d’Italia, Scalenghe-Briançon di 163 km. L’abruzzese della Liquigas, 31 anni, sull’arrivo in leggera ascesa, è partito agli 800 metri e ha resistito al ritorno di Gilberto Simoni (secondo), facendo il bis di Montevergine. Terzo a 7” il sempre più sorprendente Andy Schleck, 21enne talento lussemburghese della Csc, Poi Eddy Mazzoleni a 15”. Damiano Cunego ha chiuso al quinto posto, staccato di 19” da Danilo Di Luca che è tornato a vestire la maglia rosa: questi cinque atleti sono stati l’avanguardia della corsa dopo che si è esaurita la fuga a lunga gittata del francese La Boulanger, passato primo sul Colle dell’Agnello.
CIMA COPPI - Sulla cima Coppi della corsa rosa, a quota 2744 metri, era stata la Saunier Duval con Riccò prima e Piepoli poi a scandire il passo e fare la selezione: sull’Izoard invece, la seconda grande difficoltà di giornata, era stato Di Luca a passare primo con 14” su Simoni, Mazzoleni e Schleck e 18” su Cunego, prima del ricongiungimento in discesa e dell’azione decisiva verso Briançon. In classifica generale Di Luca, che ha tolto il primato al compagno Noè giunto molto in ritardo, guida con 1’03” su Bruseghin, 1’16” su Arroyo e 1’25” su Schleck. Cunego è sesto a 2’10”, Simoni ottavo a 2’34”. Ben più lontani gli altri, in particolare Savoldelli (al traguardo in ritardo di 5’47”) e Popovych.
Domani 13ª tappa (senza tra gli altri McEwen e Balducci, che si sono ritirati), cronoscalata individuale di 12,6 km da Biella al Santuario di Oropa.
Ciro Scognamiglio

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Gio 24 Mag 2007, 17:30 Profilo Invia messaggio privato MSN
soloatalanta
Tifoso



Registrato: 03/05/06 15:57
Messaggi: 735
Residenza: Dalmine,17 anni

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
l ho vista tutta oggi..è stato bravo..non ha mai mollato

_________________
http://www.myspace.com/zampagnaunodinoi

GLI ULTRAS SI DIFFERENZIANO DA TUTTI E DEVONO COINVOLGERE TUTTO, SE NON CI FOSSERO GLI ULTRAS SAREBBE UN CINEMA : FAREBBERO TUTTI SILENZIO!
ART.21:TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE

l'ultras non è moda, ma convinzione.Per chi se lo fosse dimenticato... fare l'ultras è reato.

Immagine spettacolare
http://s2.bitefight.it/c.php?uid=5425
Gio 24 Mag 2007, 17:42 Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Altri sport Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it