Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Er Palazzinaro e li zozzi de borgata

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Off-Topic: di tutto e di più Precedente
Successivo
Er Palazzinaro e li zozzi de borgata
Autore Messaggio
19Lupobiancoverde86
Simpatizzante



Registrato: 04/11/05 22:57
Messaggi: 329

Messaggio Er Palazzinaro e li zozzi de borgata
Descrizione:
Rispondi citando

(quant'è brutto )
Er Palazzinaro e li zozzi de borgata


L'arresto di Ricucci fa pensare sia in corso una nuova "Mani pulite". Ma la domanda non è dove sono arrivati i campioncini della finanza di quartiere, ma come ci sono arrivati questi Rockefeller de noartri. Cosa ne pensi?



Er Palazzinaro e li zozzi de Borgata. capitolo primo. Le origini

di


Il 17 febbraio 1992 il Pm Antonio di Pietro, con l' arresto di Mario Chiesa (storico memebro del PSI) mette in moto un processo morboso, le cui conseguenze legate all'indagine contribuirono alla fine della cosiddetta Prima Repubblica e alla scomparsa dei principali partiti di governo, come la Democrazia Cristiana (DC) e il Partito Socialista Italiano (PSI); alcuni uomini politici e d'affari arrivarono a commettere suicidio dopo che furono rese pubbliche le accuse contro di loro. Il sistema di corruzione che fu scoperto da queste indagini fu chiamato Tangentopoli.
Potrebbe esserci una nuova Mani Pulite. Come potrebbe trattarsi di un nuovo allarmismo. Ma fidarsi è bene. Però non fidarsi è meglio. La domanda non è dove sono arrivati i campioncini della finanza di quartiere, ma COME ci sono arrivati questi Rockfeller de noartri. Chi è Stefano Ricucci? Da dove sono spuntati Consorte, Emilio Gnutti, Fiorani? E perchè Fazio ha avuto un ruolo da spettatore ravvicinato. occorre capire come mai il re del mattone paice tanto a Berlusconi. E a Massimo D' alema. Perché davvero non è facile arrivare a 43 anni e possedere, secondo quanto dichiara, un patrimonio di oltre 2 miliardi di euro: 910 milioni in immobili e circa 1.400 milioni in partecipazioni (tra cui 450 in RizzoliCorriere della sera, 420 in Antonveneta, 450 in Bnl, 50 in Bipielle). Stefano Ricucci, infatti, non nasce ricco. Suo padre è autista dell’Atac, l’azienda dei trasporti pubblici di Roma, sua madre è casalinga. Dopo il diploma, lavora come odontotecnico in un laboratorio dentistico di Centocelle. Per arrotondare, in estate fa il cameriere.
il resto della storia lo trovate su http://www.societacivile.it/primopiano/art...pp/ricucci.html
La leggenda delle origini narra del primo affare immobiliare a 19 anni: un terreno della madre scambiato con tre appartamenti; poi racconta di compravendite di negozi a Zagarolo, che a molti italiani ricorda per lo più «l’ultimo tango» di Franco e Ciccio. Nel 1984 il giovane Stefano fonda la sua prima società: per la gestione di ambulatori e laboratori clinici, lui che era solo l’ultimo dei tecnici. L’anno seguente, il primo affare di peso: acquista un immobile a San Cesareo, alle porte di Roma, e lo rivende – racconta – guadagnando 246 milioni di lire. Da allora non si ferma più. Da Zagarolo e Grottaferrata passa a Roma e Milano.

Mente veloce, gran lavoratore, uomo fortunato. Ma la sua fortuna più grande è incrociare la bolla immobiliare: in un’Italia in cui l’industria declina, il mattone cresce ininterrottamente di valore; e il cambio di regime monetario con l’arrivo dell’euro aumenta la propensione agli investimenti immobiliari (anche perché costringe a mettere in circolo i soldi indichiarabili). Negli ultimi anni (ottobre 1998-ottobre 2004, secondo dati di Nomisma) le abitazioni incrementano il loro valore in media del 65 per cento, gli uffici del 59 per cento, i negozi di oltre il 57 per cento. Ma i palazzi di pregio a Milano e Roma in alcuni casi raddoppiano o addirittura triplicano il loro valore. Ricucci, per esempio, compra nel 1999 un centro residenziale a Talenti, vicino a Montesacro, per 17 miliardi di lire e lo rivende subito dopo a 50. L’anno dopo per 37 miliardi compra Palazzo Bonaparte, in piazza Venezia a Roma, e lo rivende a 90. A Milano possiede un palazzo in via Borromei valutato 120 milioni di euro, un altro in piazza Durante che vale 118 milioni, un terzo nella centralissima via Silvio Pellico, a ridosso della Galleria Vittorio Emanuele, che viene valutato 60 milioni.
quindi magicamente grazie a plusvalenze ed acquisti oculati, crea il suo impero.

Lavora soprattutto con le banche, stringe rapporti e alleanze, compra e vende grandi immobili, realizza operazioni di vaste dimensioni. Fino a diventare il re della rude razza romana. Ha fatto affari con la Fingruppo di Chicco Gnutti e con la Capitalia di Cesare Geronzi, restando poi con entrambi in rapporti non proprio affettuosi, secondo i bene informati. Ma realizzando comunque ottime plusvalenze.

Quando, nel 1989, ha fondato la sua holding, l’ha chiamata Magiste, sommando le prime lettere dei nomi dei suoi genitori, Matteo e Gina, e del suo, Stefano: tutto casa e famiglia. Ma l’ha domiciliata in Lussemburgo, al riparo da sguardi indiscreti. Si attornia solo di uomini fidati, tra cui Luca Pompei, un giovanotto di 30 anni, nipote di Giorgio Almirante e di Donna Assunta, che è di casa a casa Ricucci. E nelle sue operazioni – non tutte proprio un esempio di trasparenza – entrano finanziamenti misteriosi (come quello da 1,8 miliardi di euro ottenuto in Lussemburgo: in cambio di quali garanzie patrimoniali? e messe a disposizione da chi?) e teste di legno, come nella migliore tradizione italiana. Il signor Ezio Candela, per esempio, è un pensionato ottantunenne esperto in fallimenti (ne ha sei sul groppone) a cui Ricucci il 30 dicembre 2004, per la cifra di soli mille euro, ha passato la società Immobiliare il Corso. Ovvero una scatola in cui erano passati immobili di Ricucci venduti a Gnutti, poi finita alla banca di Fiorani. Candela gli era già stato utile, come ricostruisce Vittorio Malagutti sull’Espresso, quando, indossati i panni dell’amministratore unico, aveva preparato il passaggio al curatore fallimentare di un’azienda del primo Ricucci, il centro odontostomatologico Arcadia.

Archiviati i denti e raggiunta la ricchezza, ora, con addosso una nuvola di Rush (Gucci eau de toilette), sogna il riconoscimento sociale e insegue la promozione culturale. Una laurea se l’è già presa, in Economia, presso una certa Clayton University di San Marino, non proprio la Sorbona. Dove una laurea l’ha portata a casa anche Anna Falchi, in Letteratura. Adesso il suo obiettivo è diventare cavaliere del lavoro. Ci tiene proprio. «Qual è il problema? Lavoro da 23 anni», ha dichiarato al settimanale Economy, «e per diventare cavaliere ne occorrono 20. Ho un gruppo che paga le tasse in Italia. E ho creato ricchezza...». E ha aggiunto tenero: «Io chiedo solo una chance. Chiedo solo di essere rispettato per il lavoro che faccio. È troppo?».
Ven 21 Apr 2006, 16:07 Profilo Invia messaggio privato
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
sta storia di Ricucci è interessante...credo che pure io potrei diventare immobiliarista
Ven 21 Apr 2006, 16:58 Profilo Invia messaggio privato
gioeli
Tifoso



Registrato: 28/02/05 15:50
Messaggi: 899
Residenza: provincia di bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
The Lizard ha scritto:
sta storia di Ricucci è interessante...credo che pure io potrei diventare immobiliarista


e se poi pensi alla tipa che si è sposato... Smile

_________________
Visita le gioeli's pages!



Ven 21 Apr 2006, 17:37 Profilo Invia messaggio privato HomePage
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gioeli ha scritto:
The Lizard ha scritto:
sta storia di Ricucci è interessante...credo che pure io potrei diventare immobiliarista


e se poi pensi alla tipa che si è sposato... Smile




appunto...trovi i soldi e di colpo spuntano le ragazze vip
Ven 21 Apr 2006, 18:01 Profilo Invia messaggio privato
gabbyano
Seguace della Dea



Registrato: 27/08/04 22:36
Messaggi: 974
Residenza: Roma

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
piccola precisazione sul titolo "er palazzinaro...", Ricucci non è romano, ma di San Cesareo, lo so che a Bergamo...ad esempio chi è di COlogno al Serio è comunque bergamasco, ma a Roma c'è distinzione netta tra i i nati a Roma e chi è della provincia (detti anche burini). .-))), dare a Ricucci quel che è di Ricucci!....compresa la Falchi....., (cosa non gli hanno detto..i detenuti...sulla Falchi.....a Ricucci...)--))
Ven 21 Apr 2006, 20:11 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
chissà di cosa è rimasta affascinata la bella Falchi di quel gabibbo Ricucci...?! Io un'idea ce l'avrei. Very Happy

Va beh passi la coppia Ricucci - Falchi, io però mi domando come sono possibili rapporti (che si vogliano bene anche alla follia) nonni-nipotine come era stata la coppia Valeria Marini-Cecchi Gori. Cecchi Gori volendo, si capisce, ma cosa spinge una donna ad andare assieme, oltre principalmente per soldi, ad un obbrobrio del genere... proprio boh

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Mar 25 Apr 2006, 13:26 Profilo Invia messaggio privato
gabbyano
Seguace della Dea



Registrato: 27/08/04 22:36
Messaggi: 974
Residenza: Roma

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
DeaInMyHeart ha scritto:
chissà di cosa è rimasta affascinata la bella Falchi di quel gabibbo Ricucci...?! Io un'idea ce l'avrei. Very Happy

Va beh passi la coppia Ricucci - Falchi, io però mi domando come sono possibili rapporti (che si vogliano bene anche alla follia) nonni-nipotine come era stata la coppia Valeria Marini-Cecchi Gori. Cecchi Gori volendo, si capisce, ma cosa spinge una donna ad andare assieme, oltre principalmente per soldi, ad un obbrobrio del genere... proprio boh


a questo quesito..dovrebbero rispondere la ragazze del forum!!,-.)))
Mar 25 Apr 2006, 17:41 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gabbyano ha scritto:
DeaInMyHeart ha scritto:
chissà di cosa è rimasta affascinata la bella Falchi di quel gabibbo Ricucci...?! Io un'idea ce l'avrei. Very Happy

Va beh passi la coppia Ricucci - Falchi, io però mi domando come sono possibili rapporti (che si vogliano bene anche alla follia) nonni-nipotine come era stata la coppia Valeria Marini-Cecchi Gori. Cecchi Gori volendo, si capisce, ma cosa spinge una donna ad andare assieme, oltre principalmente per soldi, ad un obbrobrio del genere... proprio boh


a questo quesito..dovrebbero rispondere la ragazze del forum!!,-.)))



Mah...la risposta è molto semplice quando si parla di vip...non servono le donne del forum...la risposta è IL DIO DENARO! Rolling Eyes
Mar 25 Apr 2006, 17:54 Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Off-Topic: di tutto e di più Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it