Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Per non dimenticare(Foibe)
Vai a 1, 2  Successivo
 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Off-Topic: di tutto e di più Precedente
Successivo
Per non dimenticare(Foibe)
Autore Messaggio
19Lupobiancoverde86
Simpatizzante



Registrato: 04/11/05 22:57
Messaggi: 329

Messaggio Per non dimenticare(Foibe)
Descrizione:
Rispondi citando
Le Foibe
Probabilmente a molti questa parola non dice nulla, così come Bassovizza sono luoghi sconosciuti ai più, ma quella parola quei luoghi rappresentano una delle pagine più tristi e drammatiche della storia Italiana.Le Foibe ( dal latino fovea che significa fossa);non sono solo voragini rocciose, a forma di imbuto rovesciato,create dall'erosione di corsi d'acqua, che possono raggiungere anche i 200 metri di profondità, ma rappresentano anche delle inguaribili ferite nella memoria e nella coscienza di molti italiani. In quei luoghi dall'8 settembre del 1943 e fino a tutto il 1946, in Istria prima e poi nel territorio di trieste e in gran parte della venezia giulia, i partigiani delle formazioni titine, cui erano in qualche caso aggregate formazioni partigiane italiane, usavano le foibe per eliminare,gettandoveli dentro, i "fascisti italiani, militari o civili che fossero. Ben di rado l'eliminazione fisica e il conseguente infoibamento avveniva mediante una semplice fucilazione.Comunemente, prima di essere gettati nelle fosse, gli uomini e le donne,rastrellati e strappati dalle loro case e condannati senza processo alcuno, erano evirati, stuprati, accecati, torturati. Alcuni furono legati a cadaveri con filo spinato e quindi gettati vivi nei crepacci.Il numero così delle persone sterminate non è mai stato accertato.Nelle foibe furono precipitati civili d'ogni credo e colore politico,colpevoli esclusivamente d'essere italiani.
Ma per questi crimininessuna ha mai pagato!
Nei libri di storia a scuola non troverete quest'argomento, poichè rappresenta un aspetto scandaloso e sconcertante della intoccabile resistenza.La ragione risiede, ovviamente, nei cinquant'anni del dopoguerra, quando la cultura è stata solo quella dell'antifascismo. In italia per cinquant'anni si è volutamente e vergognosamente taciuto su questi fatti. Si è taciuto sulle liste di proscrizione che i titini portarono con loro quando, nel 1943 e nel 1945, invasero trieste e la venezia giulia; si è taciuto sulle migliaia di persone che scomparirono da quei luoghi deportati nei campi di concentramento di Borovnica, Maribor, Aidussina ed altre località della allora Jugoslavia. In mezzo secolo pochi coraggiosi hanno osato andare controcorrente cercando documenti, testimonianze e prove di quello sterminio dimenticato. I sopravvissuti ed i parenti delle vittime
aspettano ancora giustizia.Ma quante furono le vittime delle foibe? nessuno lo saprà mai! Di certo non lo sanno neanche gli esecutori delle stragi. Questi non hanno parlato e non parlano. D'altra parte è, pensabile che in quel clima di furore omicida e di caos ben poco ci si curasse di tenere contabilità delle esecuzioni. Sulla base di vari elementi ( escludendo Basovizza dopo ne parleremo ) si calcola che gli infoibati furono alcune migliaia.Più precisamente, secondo lo studioso triestino Raoul Pupo,il numero degli infoibati può essere calcolato tra i 4 mila e i 5 mila,prendendo come attendibili i libri del sindaco Gianni Bartoli e i dati degli anglo-americani.Alle vittime vanno aggiunti i deportati, anche questi a migliaia nei lagher jugoslavi, dai quali una gran parte non conobbero ritorno. Complessivamente le vittime di quegli anni tragici, soppresse in vario modo da mano slavo-comunista, vengono indicati in 10 mila anche più. Belgrado non ha mai fatto o contestato cifre. Lo stesso Tito però ammise la grande mattanza. In alto abbiamo accennato a Basovizza, ma cos'è? Occorre precisare che questa tristemente famosa voragine non è una Foiba naturale, ma il pozzo di una miniera scavato all'inizio del secolo fino alla profondità di 256 metri, nella speranza di trovarvi il carbone. La speranza andò delusa e l'impresa venne abbandonata. nessuno allora si curò di coprire l'imboccatura e così, nel 1945, il pozzo si trasformò in un grande,orrida tomba. Anche qui i deportati venivano prima catturati poi fatti salire in autocarri della morte questi, con le mani straziate dal filo spinato venivano sospinti a gruppi verso l'orlo dell'abisso. Una scarica di mitra ai primi faceva precipitare tutti nel baratro. Sul fondo chi non trovava morte istantanea dopo un volo di 200 metri, continuava ad agonizzare tra gli spasmi delle ferite e le lacerazione riportate nella caduta tra gli spuntoni di roccia. La maggior parte delle vittime;venivano prima spogliate e seviziate. Per quanto riguarda specificamente le persone fatte precipitare nella foiba di Basovizza, è stato fatto un calcolo inusuale e impressionante. Tenendo presente la profondità;del pozzo prima e dopo la strage, fu rilevata la differenza di una trentina di metri. lo spazio volumetrico - indicato sulla stele al sacrano di Basovizza in 300 metri cubi - conterebbe le salme degli infoibati: oltre duemila vittime! una cifra agghiacciante.

Eroi dimenticati
Dal 3 maggio 1945, per tre giorni e tre notti, le truppe del maresciallo Tito, avide di sangue, si scatenarono, con inaudita violenza, contro coloro che, da sempre, avevano dimostrato sentimenti di italianità. A campo di marte, a Cosala, a Tersatto, lungo le banchine del porto, in
piazza Oberdan, in viale Italia, i cadaveri s'ammucchiarono e non ebbero sepoltura. Nelle carceri cittadine e negli stanzoni della vecchia questura, nelle scuole di piazza Cambieri, centinaia di imprigionati attendevano di conoscere la propria sorte, senza che nessuno si preoccupasse di coprire le urla degli interrogati negli uffici di Polizia, adibiti a camere di tortura. Altre centinaia di uomini e donne,d'ogni ceto e d'ogni età, svanirono semplicemente nel nulla. Per sempre. Furono i:desaparecidos. Gli avversari da mettere subito a tacere vengono individuati negli autonomisti, cioè coloro che sognano uno stato libero; ai furibondi attacchi di stampa condotti dalla voce del Popolo; si accompagnò una dura persecuzione, che già nella notte fra il 3 e il 4 maggio portò all'uccisione di Matteo Biasich e Giuseppe Sincich, personaggi di primo piano del vecchio movimento zanelliano, già membri della costituente fiumana del 1921.Assieme agli autonomisti, negli stessi giorni e poi ancora nei mesi che verranno, trovarono la morte a fiume anche alcuni esponenti del CLN ed altri membri della resistenza italiana, fra cui il noto antifascista Angelo Adam, mazziniano, reduce dal confino di Ventolene e dal lager nazista di Dachau secondo una linea di condotta che trova riscontro anche a Trieste ed a Gorizia, dove a venir presi di mira dalla Polizia politica jugoslava, sono in particolare gli uomini del Comitato di liberazione nazionale. La scelta appare del tutto conseguente, dal momento che sul piano politico il CLN è un'organizzazione direttamente concorrenziale rispetto a quelle ufficiali, delle quali è ben in grado di contestare l'esclusiva rappresentatività degli antifascisti.Pertanto, per i titini, appare come l'avversario più pericoloso, sia perchè potenzialmente in grado di diventare il punto di riferimento della popolazione di sentimenti italiani, sia in quanto l'eventuale accoglimento delle sue pretese di riconoscimento, quale legittima espressione della resistenza italiana, farebbe cadere uno dei pilastri principali su cui regge l'edificio dei poteri popolari. Ma la furia si scatenò con ferocia nei confronti degli esponenti dell'italianità cittadina. Furono subito uccisi i due senatori di Fiume, Riccardo Gigante e Icillo Bacci, e centinaia di uomini e donne, di ogni ceto e di ogni età, morirono semplicemente per il solo fatto di essere italiani.Oltre cinquecento fiumani furono impiccati, fucilati, strangolati, affogati. Altri incarcerati. Dei deportati non si seppe più nulla.Cercarono subito gli ex legionari dannunziani, gli irredentisti della prima guerra mondiale, i mutilati, gli ufficiali, i decorati e gli ex combattenti. Adolfo Landriani era il custode del giardino di piazza verdi non era Fiumano, ma era venuto a Fiume con gli arditi e per la sua statura tutti lo chiamavano maresciallino.Lo chiusero in una cella e gli saltarono addosso in quattro o cinque, imponendogli di gridare con loro:viva la jugoslavia!. Lui, pur così piccolo si drizzò sulla punta dei piedi, sollevò la testa in quel mucchio di belve, e urlò con tutto il fiato che aveva in corpo:VIVA L'ITALIA.
Lo sollevarono, come un bambolotto di pezza, poi lo sbatterono contro il soffitto, più volte, con selvaggia violenza e lui ogni volta:VIVA L'ITALIA! VIVA L'ITALIA!sempre più fioco, sempre più spento, finchè il grido non divenne un bisbiglio, finchè la bocca piena di sangue non gli si chiuse per sempre. Qualcuno morì più semplicemente. per aver ammainato in piazza Dante la bandiera Jugoslava.Il 16 ottobre del 1945, un ragazzo Giuseppe Librio, diede tutti i suoi diciott'anni, pur di togliere il simbolo di una conquista dolorosa. Lo trovarono il giorno dopo, tra le rovine del molo Stocco, ucciso con diversi colpi di pistola.

A nessuno di questi eroi, semplici e sconosciuti, l'Italia concederà una medaglia alla memoria













E l'amato Sandro Pertini...baciò la sua tomba
Ven 10 Feb 2006, 14:38 Profilo Invia messaggio privato
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Bravo amico irpino, non dobbiamo dimenticare il passato.
Ven 10 Feb 2006, 14:40 Profilo Invia messaggio privato
Caveman
Supporter Dea



Registrato: 21/12/04 22:01
Messaggi: 2737
Residenza: Lago d'Iseo....in via di trasloco per San Marino o Liechtenstein....oops ora lo sa anche Umbe!

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
The Lizard ha scritto:
Bravo amico irpino, non dobbiamo dimenticare il passato.


Quoto Umbe....peccato che come al solito i politici (a seconda dell'episodio da ricordare) non fanno altro che portare acqua al loro mulino....scordandosi del vero intento di certi giornate!

_________________
Sab 11 Feb 2006, 18:14 Profilo Invia messaggio privato MSN
Martuccia
Simpatizzante



Registrato: 20/08/05 11:29
Messaggi: 453
Residenza: Dalmine

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
sinceramente io sono contro questa giornata... è una cazzata fare la giornata della memoria e poi delle foibe... Venerdì all'uscita della scuola dei "naziskin" ( scusate se non si scrive così!! ) mi hanno costretto a prendere i loro volantini, i loro fascicoli, il loro tricolore.... io scazzata gli ho detto che non me ne frega un beneamato ***** delle loro cose... Non ricambio.... vabbe.... ognuno a tutte le sue idee a seconda dell'esperienza e della politica.... con questo non so come terminare.... chiedo perdono...

_________________
FIERI DI ESSERE QUELLO CHE SIAMO

Tu sai difendermi e farmi male Ammazzarmi e ricominciare A prendermi vivo Sei tutti i miei sbagli...

FORZA ATALANTA FACCI UN GOL COSì LA NORD ESPLODERà IN UN BOATO CHE FARà TREMAR LA TERRA E IL MAR....

VIVERE ULTRAS PER VIVERE
Mar 14 Feb 2006, 22:08 Profilo Invia messaggio privato MSN
Pajkar
Seguace della Dea



Registrato: 02/06/05 09:26
Messaggi: 1438
Residenza: Canton Ticino

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Martuccia ha scritto:
sinceramente io sono contro questa giornata... è una cazzata fare la giornata della memoria e poi delle foibe... Venerdì all'uscita della scuola dei "naziskin" ( scusate se non si scrive così!! ) mi hanno costretto a prendere i loro volantini, i loro fascicoli, il loro tricolore.... io scazzata gli ho detto che non me ne frega un beneamato ***** delle loro cose... Non ricambio.... vabbe.... ognuno a tutte le sue idee a seconda dell'esperienza e della politica.... con questo non so come terminare.... chiedo perdono...


grande Martuccia

_________________

BiH
Mar 14 Feb 2006, 22:44 Profilo Invia messaggio privato MSN
19Lupobiancoverde86
Simpatizzante



Registrato: 04/11/05 22:57
Messaggi: 329

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Martuccia posso capire che tu abbia rifiutato del materiale propagandistico,ed hai fatto bene,perchè ognuno può pensarla come vuole,ma non dire mai chi se ne frega di fronte alla morte,ricorda...
"LA MORTE NON HA COLORI"
è sempre una giornata della memoria,importante come le vittime della shoa,importante come tutte le vittime dei TOTALITARISMI,siano essi rossi,neri,bianchi,gialli o fucsia.ù
Medità Wink
Mer 15 Feb 2006, 0:22 Profilo Invia messaggio privato
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Martuccia ha scritto:
sinceramente io sono contro questa giornata... è una cazzata fare la giornata della memoria e poi delle foibe... Venerdì all'uscita della scuola dei "naziskin" ( scusate se non si scrive così!! ) mi hanno costretto a prendere i loro volantini, i loro fascicoli, il loro tricolore.... io scazzata gli ho detto che non me ne frega un beneamato ***** delle loro cose... Non ricambio.... vabbe.... ognuno a tutte le sue idee a seconda dell'esperienza e della politica.... con questo non so come terminare.... chiedo perdono...


Ma cazzo c'entrano le idee politiche quando si parla di lager o di foibe? Puoi avere qualsiasi idea politica ma non esistono i morti di serie A e di serie B solo perché i primi sono stati uccisi dai nazisti e i secondi dai comunisti, o viceversa. Sono entrambi eventi da ricordare perché non si ripetano più. Se fai una distinzione allora ti metti sullo stesso piano dei "naziskin" che hai visto e che invece strumentalizzano.
Ma poi sai cosa sono state le foibe?

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Mer 15 Feb 2006, 0:40 Profilo Invia messaggio privato
Pajkar
Seguace della Dea



Registrato: 02/06/05 09:26
Messaggi: 1438
Residenza: Canton Ticino

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gli esseri umani sono tutti uguali nel momento che muoiono e nell'istante in cui vengono al mondo.

non esistono morti di serie A o di serie B,non importa di chi fu la mano omicida.
così gli italiani,gli sloveni,i croati,i serbi,gli austriaci...quando muoiono sono tutti uguali. Non dimentichiamocelo.
bisogna sapere cosa sono state le foibe...ma bisogna sapere e non dimenticare mai cos'è stata la seconda guerra mondiale. Se si parla delle foibe tacendo della seconda guerra mondiale si stravolge la storia,e si propagandano menzogne.
Chi vuole ricordare i morti può farlo e a questi vada tutto il nostro rispetto.Chi vuole usare i morti per scrivere una menzogna deve essere invece riconosciuto e disprezzato.

_________________

BiH
Mer 15 Feb 2006, 9:00 Profilo Invia messaggio privato MSN
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Pajkar ha scritto:
gli esseri umani sono tutti uguali nel momento che muoiono e nell'istante in cui vengono al mondo.

non esistono morti di serie A o di serie B,non importa di chi fu la mano omicida.
così gli italiani,gli sloveni,i croati,i serbi,gli austriaci...quando muoiono sono tutti uguali. Non dimentichiamocelo.
bisogna sapere cosa sono state le foibe...ma bisogna sapere e non dimenticare mai cos'è stata la seconda guerra mondiale. Se si parla delle foibe tacendo della seconda guerra mondiale si stravolge la storia,e si propagandano menzogne.
Chi vuole ricordare i morti può farlo e a questi vada tutto il nostro rispetto.Chi vuole usare i morti per scrivere una menzogna deve essere invece riconosciuto e disprezzato.


Wink Però riguardo alle stragi delle foibe, in Italia si è sempre cercato di minimizzarlo fin da subito. Quindi se c'è una cosa su cui si è taciuto o quasi è proprio sulle foibe, principalmente per due motivi: da una parte, quella più neutrale, perché si voleva evitare di far passare l'Italia come paese sconfitto dalla guerra, dall'altra parte, quella più schierata, per evidenti ragioni politiche. Poi come mi pare vuoi dire, Davor, il fenomeno va legato agli eventi della seconda guerra mondiale altrimenti si rischia di sfruttarlo per propaganda e basta. Anche se a dir la verità, per condannare le foibe così come i lager, parlano già fin troppo i fatti in sé che c'è poco da contestualizzare.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Mer 15 Feb 2006, 11:29 Profilo Invia messaggio privato
mrfurby
Utente base



Registrato: 04/02/05 10:58
Messaggi: 281
Residenza: Brembilla

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Penso sia abbastanza evidente che la Storia troppo spesso tace, nasconde, o semplicemente mette in sordina eventi che avrebbero bisogno di tutt'altro risalto. Perchè la Storia è una ma è raccontata dagli uomini e questi, per un motivo o per l'altro raccontano quello che vogliono. Le Foibe sono uno di questi eventi, come i Gulag Stalinisti, del resto. Io non sono certamente di destra, sono cresciuto in una famiglia ideologicamente di sinistra e ne condivido gli insegnamenti, la cultura e le idee. Ma con questo non mi mascondo di fronte al fatto che è chiaro come il sole che purtroppo esistono morti e martiri di serie A e di serie B. Perchè come si ricordano le persone cadute vittime della barbarie naziste e fasciste bisogna ricordare anche quelli uccisi dall'ideologia opposta, infoibati, rinchiusi nei campi di concentramento titini e nei gulag siberiani. Eppure di questi non esistono film o fiction televisive. Non so a quanto servano le giornate della memoria, sinceramente, ma credo che sarebbe meglio per noi stessi ricordarli tutti, senza distinzione, rossi, neri o incolore, per dare un significato alla loro morte e alla loro sofferenza.

_________________
"Osservate con quanta previdenza la natura madre del genere umano ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell'uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste. Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri, dissennati, godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della follia. Il cuore ha sempre ragione" E.da Rotterdam


...col botigliù semper in di mà...
Mer 15 Feb 2006, 12:43 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Pajkar
Seguace della Dea



Registrato: 02/06/05 09:26
Messaggi: 1438
Residenza: Canton Ticino

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
DeaInMyHeart ha scritto:
Pajkar ha scritto:
gli esseri umani sono tutti uguali nel momento che muoiono e nell'istante in cui vengono al mondo.

non esistono morti di serie A o di serie B,non importa di chi fu la mano omicida.
così gli italiani,gli sloveni,i croati,i serbi,gli austriaci...quando muoiono sono tutti uguali. Non dimentichiamocelo.
bisogna sapere cosa sono state le foibe...ma bisogna sapere e non dimenticare mai cos'è stata la seconda guerra mondiale. Se si parla delle foibe tacendo della seconda guerra mondiale si stravolge la storia,e si propagandano menzogne.
Chi vuole ricordare i morti può farlo e a questi vada tutto il nostro rispetto.Chi vuole usare i morti per scrivere una menzogna deve essere invece riconosciuto e disprezzato.


Wink Però riguardo alle stragi delle foibe, in Italia si è sempre cercato di minimizzarlo fin da subito. Quindi se c'è una cosa su cui si è taciuto o quasi è proprio sulle foibe, principalmente per due motivi: da una parte, quella più neutrale, perché si voleva evitare di far passare l'Italia come paese sconfitto dalla guerra, dall'altra parte, quella più schierata, per evidenti ragioni politiche. Poi come mi pare vuoi dire, Davor, il fenomeno va legato agli eventi della seconda guerra mondiale altrimenti si rischia di sfruttarlo per propaganda e basta. Anche se a dir la verità, per condannare le foibe così come i lager, parlano già fin troppo i fatti in sé che c'è poco da contestualizzare.


vedi Giulio ho paura che ci sia in giro sempre più gente che a contestualizzare fa molta fatica,oppure più semplicemente,non ne ha voglia...le foibe furono una barbarie,è legittimo voler ricordare i caduti e le vittime innocenti. Ma approfittarne per parlare di stati indipendenti,per dipingere una realtà di boia assassini contro patrioti libertari non solo è una menzogna storica,ma è anche un modo per sobillare certi istinti per riaccendere certe idee che si possono solo definire malsane.
Nelle stesse foibe in cui morirono gli italiani,negli anni precedenti morirono gli sloveni al tempo della prima guerra mondiale per mano degli austriaci e ci morirono tutti quei croati che osavano opporsi al regime ustascia,spalleggiato dai fascisti italiani durante il ventennio...secondo te certa gente queste cose le sa?

l'unica cosa dovremmo ricordare è che la guerra porta sempre e solo morte e sangue,da qualsiasi parte la si combatta...

_________________

BiH
Mer 15 Feb 2006, 13:02 Profilo Invia messaggio privato MSN
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
mrfurby ha scritto:
Penso sia abbastanza evidente che la Storia troppo spesso tace, nasconde, o semplicemente mette in sordina eventi che avrebbero bisogno di tutt'altro risalto. Perchè la Storia è una ma è raccontata dagli uomini e questi, per un motivo o per l'altro raccontano quello che vogliono. Le Foibe sono uno di questi eventi, come i Gulag Stalinisti, del resto. Io non sono certamente di destra, sono cresciuto in una famiglia ideologicamente di sinistra e ne condivido gli insegnamenti, la cultura e le idee. Ma con questo non mi mascondo di fronte al fatto che è chiaro come il sole che purtroppo esistono morti e martiri di serie A e di serie B. Perchè come si ricordano le persone cadute vittime della barbarie naziste e fasciste bisogna ricordare anche quelli uccisi dall'ideologia opposta, infoibati, rinchiusi nei campi di concentramento titini e nei gulag siberiani. Eppure di questi non esistono film o fiction televisive. Non so a quanto servano le giornate della memoria, sinceramente, ma credo che sarebbe meglio per noi stessi ricordarli tutti, senza distinzione, rossi, neri o incolore, per dare un significato alla loro morte e alla loro sofferenza.


bel discorso, concordo in pieno Wink Anche con quanto scritto da Davor.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Mer 15 Feb 2006, 13:41 Profilo Invia messaggio privato
gabbyano
Seguace della Dea



Registrato: 27/08/04 22:36
Messaggi: 974
Residenza: Roma

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Però va precisato che "nazismo-fascismo" e "comunismo" hanno origini diverse, tanto è vero che i primi sono "fuorilegge" e non invece il comunismo, il comunismo (marx ecc..) nasce come un movimento di lavoratori e con una certa ideologia non certo paragonabile all'ideologia con cui sono nati i primi due movimenti. Ovviamente in alcuni posti nel corso della storia alcuni hanno trasformato l'idelogia comunista in dittatura e per questo giustamente vanno condannati allo stesso modo dei dittatori nazifascisti.
Mer 15 Feb 2006, 19:47 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Martuccia
Simpatizzante



Registrato: 20/08/05 11:29
Messaggi: 453
Residenza: Dalmine

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Pajkar ha scritto:
gli esseri umani sono tutti uguali nel momento che muoiono e nell'istante in cui vengono al mondo.


quoto ovvio.... ma non c'è bisogno di darmi dell'ignorante (riferito in generale) solo perchè non all'altezza... un po' di cultura l'ho pure io.... ma questi sono argomenti che mi toccano assai.... sopratutto il nazismo....

_________________
FIERI DI ESSERE QUELLO CHE SIAMO

Tu sai difendermi e farmi male Ammazzarmi e ricominciare A prendermi vivo Sei tutti i miei sbagli...

FORZA ATALANTA FACCI UN GOL COSì LA NORD ESPLODERà IN UN BOATO CHE FARà TREMAR LA TERRA E IL MAR....

VIVERE ULTRAS PER VIVERE
Mer 15 Feb 2006, 21:25 Profilo Invia messaggio privato MSN
mrfurby
Utente base



Registrato: 04/02/05 10:58
Messaggi: 281
Residenza: Brembilla

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gabbyano ha scritto:
Però va precisato che "nazismo-fascismo" e "comunismo" hanno origini diverse, tanto è vero che i primi sono "fuorilegge" e non invece il comunismo, il comunismo (marx ecc..) nasce come un movimento di lavoratori e con una certa ideologia non certo paragonabile all'ideologia con cui sono nati i primi due movimenti. Ovviamente in alcuni posti nel corso della storia alcuni hanno trasformato l'idelogia comunista in dittatura e per questo giustamente vanno condannati allo stesso modo dei dittatori nazifascisti.


E' vero, Gabbyano, le teorie di fondo sono diverse, ma la manifestazione di entrambe ha portato morte e sofferenza, gli effetti sono identici. Purtroppo.

x martuccia... sia chiaro che non ho pensato assolutamente di darti dell'ignorante... ti conosco troppo bene (eh... più o meno) per permettermelo! ;-)

_________________
"Osservate con quanta previdenza la natura madre del genere umano ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell'uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste. Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri, dissennati, godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della follia. Il cuore ha sempre ragione" E.da Rotterdam


...col botigliù semper in di mà...
Gio 16 Feb 2006, 10:41 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
gioeli
Tifoso



Registrato: 28/02/05 15:50
Messaggi: 899
Residenza: provincia di bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
mrfurby ha scritto:

E' vero, Gabbyano, le teorie di fondo sono diverse, ma la manifestazione di entrambe ha portato morte e sofferenza, gli effetti sono identici. Purtroppo.


beh, non generalizzare...
fascismo e nazismo, come tali, portano alla soppressione del diverso...
il comunismo, nella versione originale, no...
nelle versioni aberranti sì, certo...
(stalin, cambogia, cina...)

in Italia non direi, se si esclude il momento della guerra civile ...

P.S.
io non ho mai avuto la tessera del PCI... anzi... è solo una questione di precisione storica...

_________________
Visita le gioeli's pages!



Gio 16 Feb 2006, 11:06 Profilo Invia messaggio privato HomePage
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gioeli ha scritto:
mrfurby ha scritto:

E' vero, Gabbyano, le teorie di fondo sono diverse, ma la manifestazione di entrambe ha portato morte e sofferenza, gli effetti sono identici. Purtroppo.


io non ho mai avuto la tessera del PCI... anzi... è solo una questione di precisione storica...



dopo che leggono questo forum te la danno "ad honorem" Wink

Sì comunque d'accordo con la tua precisazione. Anche se alla fine concretamente è quanto scritto da Gabbyano e ribadito poi da Mr. Furby.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Gio 16 Feb 2006, 13:33 Profilo Invia messaggio privato
gioeli
Tifoso



Registrato: 28/02/05 15:50
Messaggi: 899
Residenza: provincia di bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
DeaInMyHeart ha scritto:

dopo che leggono questo forum te la danno "ad honorem" Wink


beh, lo sai che non c'è più...
l'unico che è convinto che ci siano in giro ancora i comunisti "mangia bambini" è il signor silvio b. Very Happy

DeaInMyHeart ha scritto:

Sì comunque d'accordo con la tua precisazione. Anche se alla fine concretamente è quanto scritto da Gabbyano e ribadito poi da Mr. Furby.


beh, la mia precisazione è più vicina a quello che dice gabbyano...
l'ho scritta apposta per fare un distinguo da quanto dice
mrfurby
("ma la manifestazione di entrambe ha portato morte e sofferenza, gli effetti sono identici. Purtroppo")

il punto è che non ci sono identità...
il comunismo sfociato in dittatura sì... ma il "vero comunismo" no... (potremmo parlare di Cuba per ore)
cioè mentre fascismo e nazismo sono automaticamente dittature...
il comunismo all'origine non lo è, anzi... nelle sue forme aberranti sì, certo...

Ribadisco, non voglio dire che il regime comunista sia il migliore, anzi... ma non venitemi a dire che nazi e rossi sono la stessa cosa...

_________________
Visita le gioeli's pages!



Gio 16 Feb 2006, 15:24 Profilo Invia messaggio privato HomePage
gabbyano
Seguace della Dea



Registrato: 27/08/04 22:36
Messaggi: 974
Residenza: Roma

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gioeli ha scritto:
DeaInMyHeart ha scritto:

dopo che leggono questo forum te la danno "ad honorem" Wink


beh, lo sai che non c'è più...
l'unico che è convinto che ci siano in giro ancora i comunisti "mangia bambini" è il signor silvio b. Very Happy

DeaInMyHeart ha scritto:

Sì comunque d'accordo con la tua precisazione. Anche se alla fine concretamente è quanto scritto da Gabbyano e ribadito poi da Mr. Furby.


beh, la mia precisazione è più vicina a quello che dice gabbyano...
l'ho scritta apposta per fare un distinguo da quanto dice
mrfurby
("ma la manifestazione di entrambe ha portato morte e sofferenza, gli effetti sono identici. Purtroppo")

il punto è che non ci sono identità...
il comunismo sfociato in dittatura sì... ma il "vero comunismo" no... (potremmo parlare di Cuba per ore)
cioè mentre fascismo e nazismo sono automaticamente dittature...
il comunismo all'origine non lo è, anzi... nelle sue forme aberranti sì, certo...

Ribadisco, non voglio dire che il regime comunista sia il migliore, anzi... ma non venitemi a dire che nazi e rossi sono la stessa cosa...


straquoto
Gio 16 Feb 2006, 17:48 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
gioeli
Tifoso



Registrato: 28/02/05 15:50
Messaggi: 899
Residenza: provincia di bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
gabbyano ha scritto:

straquoto


immaginavo... grasssieee....

Very Happy

_________________
Visita le gioeli's pages!



Gio 16 Feb 2006, 18:38 Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Off-Topic: di tutto e di più Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it