Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Comandini dice addio
Vai a Precedente  1, 2
 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Precedente
Successivo
Comandini dice addio
Autore Messaggio
zio val
Moderatore



Registrato: 05/03/05 20:01
Messaggi: 3616
Residenza: Paladina

Messaggio COMANDINI GIRONZOLA PER IL BRASILE
Descrizione:
Rispondi citando
Marco Sanfilippo sull'Eco di Bergamo ha scritto:

Macapà (Brasile)
E' lui? Quando mi è parso di incrociare Gianni Comandini in una stradina del Pelourinho, il centro storico di Salvador de Bahia, nella baraonda del carnevale brasiliano, ho pensato che non era possibile. Era mezzogiorno di una domenica, un weekend in cui in Italia si rinnovava la sacralità del campionato di calcio.
Ok, ricordavo che Comandini aveva avuto una serie infinita di guai fisici, ma lo consideravo ancora un giocatore, non un turista, del resto sono in viaggio da otto mesi. L'ho rincorso ed era proprio lui. Anche lui si rammentava di me. Non è nata un'intervista, perchè Comandini - infradito, bermuda, torso nudo e codino - ha gentilmente declinato l'invito sentendosi deluso da come, secondo lui, erano state manipolate le ultime sue parole alla stampa e non ho insistito. Eravamo al carnevale di Salvador... Abbiamo comunque dialogato una ventina di minuti e Gianni non si arrabbierà se lo racconto.
Anche perchè non mi ha confidato nulla di inedito sulla sua avventura calcistica. Desidero scrivere di Comandini perchè mi ha colpito, ma non mi ha colpito il suo essere stato il bomber di razza che aveva segnato due gol all'Inter nel derby di Milano, il giocatore strapagato che avrebbe dovuto trascinare l'Atalanta in Uefa, il professionista che ha deciso di abbandonare il calcio dorato a 28 anni, bensì la mia attenzione è caduta sul Comandini che sta scoprendo il mondo come un giovane qualsiasi, ok, sì, benestante, ma non è fondamentale. Per la verità, mi aveva colpito anche quando da giocatore si difendeva dalle critiche feroci con un candore d'altri tempi, quasi fosse piovuto nel calcio da Marte. Non era il suo mondo, infatti...
Mi ha raccontato di aver rescisso il contratto con l'Atalanta a luglio, di essere stato in Croazia per risolvere i suoi problemi alla schiena dopo due operazioni di ernia del disco, di essere stato tentato di dire sì all'offerta del Cesena nel mercato di riparazione perchè era casa sua, ma che ha preferito non cambiare idea: basta con il calcio che è stato rovinato dal dio denaro.
Anche con quello dilettantistico perchè tenta di riprodurre i difetti del calcio dei grandi. L'ultima esperienza professionista a Terni l'aveva definitivamente svuotato, allenamenti e ritiri erano diventati senza senso, l'eccesso che c'è nel calcio l'ha stroncato. La mia domanda spontanea è stata: ok, calcio milionario archiviato, ma la passione per il calcio genuino non è sopravvissuta? No, non è morta perchè Comandini sta continuando a giocare, con i suoi amici, nel campionato amatoriale del Csi, per non perdere nemmeno il gusto di una pizza in compagnia. Quello in Brasile è il suo primo vero viaggio (due mesi) dopo anni in cui ha girato il mondo senza vedere nulla se non aeroporti, hotel e stadi. Era curioso di avere la conferma che non esiste soltato il calcio e l'ha avuta. Se si visitano Paesi sofferenti s'intuisce ancor di più quanto il circo del pallone sia un fenomeno da ridimensionare. Totalmente. Un alluce rotto di un attaccante vale mezza pagina? Sono state riflessioni comuni. In Brasile Gianni è stato impressionato dai bambini poveri che raccattano le lattine vuote, da come si vive con quasi nulla e da un'allegria "triste", diversa da quella stereotipata. Continuerà a viaggiare e a conoscere il mondo.
Abbiamo parlato della lungimiranza di un nostro politico (se fossimo stati in un Paese musulmano e fossimo stati aggrediti da fanatici integralisti, avremmo saputo a chi inviare abbracci e cioccolatini...), lui si è incuriosito per il mio raid tempestandomi di domande. Ci siamo salutati con un reciproco buona fortuna. Lui riferendosi al mio giro del mondo, io alla sua nuova vita.
Da giovane senza la droga del calcio.


_________________
La mia ALFA 147? 160.000 Km!
visita la mia città: http://rekellps.miniville.fr
****************

Mar 14 Mar 2006, 12:56 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Son contento per lui se si sente felice ora
Mar 14 Mar 2006, 13:17 Profilo Invia messaggio privato
Pajkar
Seguace della Dea



Registrato: 02/06/05 09:26
Messaggi: 1438
Residenza: Canton Ticino

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Bravo Gianni.....

mi spiace solo che la pensione gliela abbiam pagata noi... Evil or Very Mad

_________________

BiH
Mer 15 Mar 2006, 13:01 Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it