Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Che Fine Ha Fatto Gianni Comandini?

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Tutto sull Atalanta: notizie, statistiche, curiosita... Precedente
Successivo
Che Fine Ha Fatto Gianni Comandini?
Autore Messaggio
PelkoDen
Tifoso



Registrato: 25/03/07 19:32
Messaggi: 737
Residenza: CityOfTheGoddesAtalanta

Messaggio Che Fine Ha Fatto Gianni Comandini?
Descrizione:
Rispondi citando
Dopo avere chiuso con il calcio nel 2005, oggi l'ex attaccante si diverte giocando nella squadra del suo
q uartiere, gira il mondo, ama fare surf e, per hobby, fa il deejay nel suo locale di Cesena

Silenzio, parla "Mister trenta miliardi". La serie A ormai è un cassetto chiuso a chiave
per Gianni Comandini, per il quale oggi il calcio è semplicemente un dettaglio. Quello che viene ricordato per essere stato l'acquisto piùoneroso e fallimentare della centenaria storia atalantina, ripensa alla tormentata esperienza in nerazzurro fornendo il suo punto di vista. Una delle grandi promesse del calcio italiano, nel frattempo, ha stac¬cato la spina. Oggi si diverte giocando nella squadra del quartiere, gira il mondo, ama fare surf e, per hobby, fa il deejay nel suo locale a Cesena.

Comandini, le manca il mondo del calcio? «So che può sembrare strano, ma assolutamente no. Dare l'addio è stata una scelta, ragionata e presa con la massima tranquillità. Senza infortuni probabilmente avrei intrapreso questa strada in tempi diversi ma, stanco di una realtà che ormai non mi apparteneva, e nella quale non mi riconoscevo, ritengo che il mio futuro calcistico fosse comunque segnato. Adesso gioco solo per divertimento con i miei amici nella Polisportiva Forza Vigne (ndr: Dilettanti Osi), la squadra del mio quartiere che avevo lasciato a 12 anni per andare al Cesena». Diciamo che adesso il calcio è solo una piccola parte della sua vita.
«Esatto. Chiuso con il professionismo faccio quello a cui per anni ho dovuto rinunciare: giro il mondo, mi sono appassionato al surf e
poi sono proprietario di un locale a Cesena nel quale, per hobby, faccio il deejay».
Che ricordi ha di Bergamo?
«Ricordi dai due volti. Da una parte ho vissuto molto bene in cittàe ho potuto coltivare amicizie a cui sono ancora molto legato; dall'altra parte mi sono dovuto scontrare con la realtà calcistica più brutta della mia carriera» .
In tale ottica gli infortuni hanno recitato un ruolo
decisivo. " «Direi fondamentale: già a 18 anni
sono stato operato alla schiena, poi all'Atalanta prima mi sono
rotto il crociato e poco dopo mi è toccato fare
i conti con la seconda ernia del disco; il problema più grosso, più lungo da recuperare
che mi ha segnato profondamente.
Ma queste sono cose
che fanno parte della vita».
Quei 30 miliardi pagati al Milan sono ancora oggi l'esborso
più sostanzioso nella storia nerazzurra.
«Ne sono consapevole, anche se ritengo che quella operazione fu dovuta da una situazione calcistica particolare; era l'anno del passaggio dal mercato letteralmente impazzito a quello attuale. Sono circolate cifre assurde che tuttavia
hanno giovato anche all'Atalanta, capace di vendere a peso d'oro
sia Donati sia Pelizzoli. Senza dimenticare
che con quei soldi la società ha poi potuto rifare la squadra.
I trenta miliardi spesi
per il mio acquisto fecero molto scalpore, ma si era semplicemente seguito l'incredibile trend della campagna trasferimenti. Quella somma era figlia del fatto che al¬'epoca mi presentavo come un giovane di belle speranze, fresco di vittoria dell'Europeo Under 21, reduce da campionati brillanti e di conseguenza appetito da numerose squadre. Mi sono trovato a fare i conti con una stranissima annata nella quale avevo scelto Bergamo ritenendola la soluzione migliore, tra le numerose ipotesi che mi si erano presentate. Purtroppo, però, le cose non andarono come si sperava».
Si spieghi.
«Innanzi tutto un inserimento difficoltoso, una mia prima parte di campionato non buona e subito a ruota è cominciata l'interminabile serie d'infortuni. Tuttavia non mi è

_________________

Dom 28 Ott 2007, 17:59 Profilo Invia messaggio privato
PelkoDen
Tifoso



Registrato: 25/03/07 19:32
Messaggi: 737
Residenza: CityOfTheGoddesAtalanta

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
sembrato corretto, da parte dell'opinione pubblica, continuare a premere sulle cifre poiché molti si dimenticano che io ho deciso di rescindere il contratto con l'Atalanta, rinunciando ad un bella parte dell'ingaggio dell'ultimo anno: vorrei ricordare che l'accordo con l'Atalanta scadeva la stagione successiva. Inoltre avrei potuto restarmene in nerazzurro badando solamente all'aspetto economico, invece ho provato a rilanciarmi prima con il Genoa e poi a Terni, squadre che non navigavano certo in splendide acque. Eppure ci ho provato. Dal punto di vista economico ho sgravato l'Atalanta dal peso del mio ingaggio e, allo stesso tempo, dal punto di vista professionale ho ritenuto giusto mettermi in discussione».
Ma l'operazione-rilancio è fallita.
«Purtroppo gli infortuni sono continuati, quindi ho optato, nell'estate del 2005, per la risoluzione anticipata del mio rapporto con l'Atalanta. Per mille questioni ho ritenuto giusto non far
parte della rosa, assumendomi ovviamente
anche la mia parte di responsabilità» .
Come ha vissuto il periodo in nerazzurro? «Non bene, spesso sembrava che tutti fossero scontenti tranne me. lo, invece, ho sofferto tantissimo perché non sono riuscito a dimostrare il mio valore. Ma, soprattutto per gli attaccanti, il calcio è così: o diventi un eroe o sei il più scarso. In carriera capita di incappare in contesti in cui si fa fatica ad ingranare, ma alla gente non interessa la parte umana di un calciatore, ed io sono stato etichettato come un vagabondo e un menefreghista. Il fatto è che in quegli anni la mia carriera è giunta al capolinea. Questo è uno dei motivi che mi hanno spinto a lasciare il mondo del pallone dove l'apparenza è quasi tutto, dove tanti miei ex colleghi sono pronti a dichiarare fedeltà ad una maglia o ad una tifoseria solo per ricevere consensi, mentre io non sono mai sceso a compromessi per entrare nel cuore del tifoso. lo sono così, con i miei pregi e difetti. Ovviamente non per tutti vale questa situazione, per esempio ci sono giocatori come Cristiano (ndr: Doni) che a Bergamo, al contrario, hanno un feeling speciale e sincero con la tifoseria» .
Sente ancora qualcuno dei compagni con cui
ha giocato?
«Le amicizie non si dimenticano. Sento spesso
Budel del Cagliari, Peluso dell'AlbinoLeffe,

_________________

Dom 28 Ott 2007, 18:04 Profilo Invia messaggio privato
PelkoDen
Tifoso



Registrato: 25/03/07 19:32
Messaggi: 737
Residenza: CityOfTheGoddesAtalanta

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Lazzari, Pazzini, Montolivo e Cristiano Doni, con cui c'è un bellissimo rapporto».
Ed è nata da voi due l'esultanza che Cristiano dopo ogni gol propone ormai da anni. «Sì, il gesto che vorrebbe dire "su bene". Peraltro il tutto è nato qualche sera prima del derby a Brescia, a cena con alcuni amici bergamaschi. Segnammo sia io che lui (3-3 con rete di Sala e tripletta di Baggio n. d. r.) e così iniziò tutto». Chiudiamo con i momenti più belli della sua carriera.
«Senza dubbio i venti gol con la maglia del Vicenza nella stagione
1999-2000; poi l'Europeo Under 21 dello stesso anno giocato e vinto da titolare, quindi la partecipazione all'Olimpiade. Con la maglia del Milan,invece, direi il gol nel preliminare di Cham¬pions League, la doppietta nel 6-0 all'Inter e un Barcellona-Milan al Camp Nou con
Shevchenko mio partner d'attacco».









Tratto Da:NERAZZURRO MESE

_________________

Dom 28 Ott 2007, 18:08 Profilo Invia messaggio privato
Garzu
Seguace della Dea



Registrato: 24/08/05 13:58
Messaggi: 909
Residenza: Viserbæ (ARIMINVM)

Messaggio Re: Che Fine Ha Fatto Gianni Comandini?
Descrizione:
Rispondi citando
PelkoDen ha scritto:
Adesso gioco solo per divertimento con i miei amici nella Polisportiva Forza Vigne (ndr: Dilettanti Osi), la squadra del mio quartiere che avevo lasciato a 12 anni per andare al Cesena».


Ahhaha! Lo avevo scritto in tempi di calcio mercato questa estate! Very Happy

Tralasciando il fatto che sia di Cesena (il che dice più di mille altre parole), di lui ricordo un goal in un derby, Atalanta-Brescia...forse nel 2002....forse..

_________________
No Alle Giovani Moderne!
Dom 28 Ott 2007, 19:04 Profilo Invia messaggio privato MSN ICQ
Pajkar
Seguace della Dea



Registrato: 02/06/05 09:26
Messaggi: 1438
Residenza: Canton Ticino

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
è una bella intervista questa...

faccio i migliori auguri a Comandini per il suo futuro extra-calcistico...li merita.



_________________

BiH
Dom 28 Ott 2007, 19:18 Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Tutto sull Atalanta: notizie, statistiche, curiosita... Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it