Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Liga 2006-2007, finale pazzesco

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Precedente
Successivo
Liga 2006-2007, finale pazzesco
Autore Messaggio
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio Liga 2006-2007, finale pazzesco
Descrizione:
Rispondi citando
Liga, pazzesco ultimo minuto
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:55 Di' la tua
Posizione invariate in vetta con un doppio 2-2 a Barcellona e a Saragozza. Blaugrana beffati da Tamudo all'89'. Van Nistelrooy regala al Real Madrid il pareggio che tiene Capello in pole per il titolo
Il gol di mano segnato da Messi all'Espanyol. Reuters
Il gol di mano segnato da Messi all'Espanyol. Reuters
MILANO, 9 giugno 2007 - Il Barcellona è stato campione di Spagna fino a un minuto dalla fine di una serata incredibile. Tra i tanti colpi di scena del penultimo turno della Liga i blaugrana sono andati a un soffio dal pescare la vittoria decisiva, seppur tra le polemiche per il gol di Messi segnato con la mano. E' l'89' minuto delle sfide del Camp Nou e di Saragozza a mandare in fumo i sogni del Barça, tenendo il Real in posizione di vantaggio per il titolo.
BARCELLONA-ESPANYOL 2-2 - Per battere l'Espanyol e fare un passo decisivo verso il titolo Rijkaard schiera Messi, Eto'o e Gudjohnsen in attacco. In mezzo l'assenza di Edmilson non pesa. Quella di Ronaldinho (squalificato) sì, vista la quantità di palle gol divorate: Gudjohnsen colpisce malissimo dopo 7 minuti; Xavi sbatte sui guanti di Kameni poco dopo; poi ci provano Messi e ancora Gudjohnsen, ma senza successo. Dall'altra parte Tamudo fa molto meglio: dopo un diagonale impreciso, ma non di molto, il miglior cannoniere della storia dell'Espanyol sfrutta la giocata di De La Peña e infila Valdes. I blaugrana tornano in corsda nel modo peggiore, seppur suggestivo. Al 42' Messi ri(fà) tutto come Diego Armando Maradona nel Mondiale del 1986. Stavolta però non si parla di slalom e gol memorabili, ma di furbizia. Con un gol di mano (festeggiato in maniera discutibile come una prodezza) che è l'incredibile fotocopia del tocco "de Dios" del Pibe in Argentina il Barça pareggia. Il sorpasso arriva nel secondo tempo. Stavolta regolarmente. Scambio Gudjohnsen-Deco e colpo risolutore di Messi, implacabile da distanza ravvicinata. Sembra una festa annunciata. Ma c'è l'ultimo minuto, l'89': Tamudo segna il diagonale del 2-2, fermando i preparativi della festa blaugrana.
SARAGOZZA-REAL MADRID 2-2 - Le notizie che arrivano da Barcellona illudono il Real. Ma solo per pochi minuti. Segna Tamudo e il primo posto torna blanco, ma al 32' Milito trasforma il rigore che porta avanti i padroni di casa. Il Real, sotto la pioggia, va a un passo dal pareggio con un colpo di testa di Van Nistelrooy parato da Cesar. Con Higuain la squadra di Capello cambia passo. E al 56' scatta la legge di Van Nistelrooy (zuccata vincente su cross di Sergio Ramos). L'1-1 sembra rimettere in gioco Capello. Ma c'è sempre Diego Milito, che riceve da Aimar e infila Casillas sul suo palo. Nel finale, durissimo con una serie di falli da rosso diretto, scatta l'assedio Real: Diarra e Sergio Ramos sono sfortunati (colpi di testa a lato di un niente), mentre Higuain è impreciso davanti a Cesar. Sembra una maledizione. Ma il Real ha ancora fiato. E c'è l'ultimo minuto: Van Nistelrooy lotta sull'ennesimo pallone davanti a Cesar, che non può evitare il 2-2. E' un pareggio, ma somiglia a una vittoria perché al Real basterà fare lo stesso risultato del Barça per vincere il titolo all'ultimo turno.
MAIORCA-SIVIGLIA 0-0 - Il primo tempo non offre grosse emozioni, anche perché il Siviglia ha le pile scariche e non spinge. Per sbloccare la situazione Juande Ramos inserisce Maresca prima e subito dopo Chevanton. Ma è sempre la squadra di Manzano ad attaccare e al 55' ci sarebbe anche un rigore per il tocco di Dragutinovic (braccio netto, ma l'arbitro lascia correre). L'occasione migliore del Siviglia capita sui piedi Puerta dopo un contropiede chiuso dalla parata strepitosa di Moya. Il Siviglia gioca gli ultimi 20 minuti in dieci per l'espulsione di Dragutinovic e non riesce a passare.
diAntonino Morici



_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Dom 10 Giu 2007, 8:23 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Messidona...


Link


RoB!

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Dom 10 Giu 2007, 8:27 Profilo Invia messaggio privato MSN
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
la liga quest'anno è davvero incredibile. secondo me alla fine sarà il real di capello a vincerla

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Dom 10 Giu 2007, 17:38 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Real campione di Spagna
E' il trionfo di Capello
Stampa articolo | Invia articolo | Commenti:0
L'ultima giornata della Liga regala emozioni a non finire: il Barcellona dilaga a Tarragona e si illude per il vantaggio del Maiorca al Bernabeu. Nella ripresa, però, i madridisti rimontano con un super Reyes (doppietta) e Diarra. E' il 30° scudetto nella storia dei blancos

L'irrefrenabile gioia dei giocatori madridisti al gol del 2-1. Reuters
MADRID, 17 giugno 2007 - Non c'è niente da fare, alla fine vince sempre lui. Fabio Capello ce l'ha fatta anche stavolta: a dieci anni dalla sua prima impresa nella Liga, è di nuovo il re di Spagna, contro tutto e contro tutti. Non sarà simpatico, d'accordo. E in questo campionato avrà anche beneficiato di una buona dose di fortuna. Ma quando un allenatore riesce a chiudere in trionfo un anno come questo, un anno fatto di polemiche, attacchi personali e mille difficoltà nella gestione del Real Madrid, bisogna semplicemente levarsi il cappello e applaudire.
RIVINCITE - Capello ha incassato colpi per tutta la stagione. Colpi bassi, perché la stampa spagnola ci è andata giù pesante. E' stato criticato (anche da chi scrive qui in Italia, bisogna dire la verità). E' stato sbeffeggiato, deriso, invitato platealmente ad andarsene. Addirittura il re Juan Carlos, tifosissimo dei blancos, ne aveva chiesto la testa, naturalmente in senso sportivo. E invece eccoci qui, con la festa del Bernabeu per la 30ª Liga da mettere in bacheca. Niente più pañoladas di contestazione, ma coreografie celebrative e fuochi d'artificio. E' la grande rivincita di Capello, ma non solo. Forse non è un caso che a decidere l'ultima partita di questa Liga siano stati i gol di Reyes e Diarra, due giocatori tra quelli che hanno trovato più difficoltà a convincere l'ambiente madridista. Incassato il gol del Maiorca, Reyes è entrato a metà ripresa (curiosità: oggi l'altro Reyes, quello che gioca a basket, è stato determinante in gara-1 di finale contro il Barcellona) e ha cambiato la partita. Un gol da opportunista sull'assist di Higuain, un sinistro leggendario per il 3-1. In mezzo, l'incornata del maliano Diarra, il talismano del Real, entrato in campo in tutte le vittorie madridiste. Rivincita per tutti loro, rivincita per tanti solisti che hanno saputo diventare una squadra. Non era facile, non dopo tre anni senza vincere niente. Non a Madrid, dove se sbagli ti massacrano.
RIMONTA - Non è un caso nemmeno che il 3-1 del Real sul Maiorca, che ha reso vano il 5-1 del Barcellona a Tarragona, sia arrivato in rimonta. Tante, tantissime volte i blancos hanno saputo raddrizzare partite che sembravano perse. E' la grande differenza tra il Real di inizio stagione, incapace di reagire, e quello visto negli ultimi mesi. Contro il Recreativo Huelva e il Saragozza, per esempio, i blancos sono riemersi da situazioni disperate. L'hanno fatto anche stasera, per di più senza Van Nistelrooy, che ha abbandonato la speranza di strappare la Scarpa d'oro a Totti per colpa di un infortunio alla mezz'ora. Ma la rimonta vera, quella sul Barcellona che ha avuto anche 6 punti di vantaggio durante questa Liga, è forse iniziata nello scontro diretto al Camp Nou. Si affrontavano due squadre appena cacciate fuori dalla Champions League, il Real era sull'orlo del baratro: solo un grande Messi riuscì a fissare il punteggio sul 3-3, ma i madridisti capirono di potersela giocare.
REGALI - Tributate le giuste lodi alla rinascita del Real, non si può non ricordare che i blancos hanno beneficiato del "suicidio" del Barcellona, altrimenti non avrebbero mai vinto il campionato. Il Barça ha sperperato punti su campi improbabili, e soprattutto ha fatto harakiri contro l'Espanyol nella penultima giornata. Chiude il campionato a pari punti coi rivali, ma lo condannano i confronti diretti. La goleada di stasera al Nastic (Puyol, Messi, Ronaldinho, Messi e Zambrotta in gol per i blaugrana) era tanto pronosticabile quanto tardiva. E a quelli del Barcellona si aggiungono pure i regali del Siviglia, che in questa stagione ha avuto più volte l'occasione di scappare in vetta alla classifica e non ne ha approfittato. Ma non si può rimproverare nulla agli andalusi di Juande Ramos, i dominatori delle coppe. Insomma, per usare un'espressione abusata, Real "bravo e fortunato". Come Capello. Ma la fortuna devi andartela a cercare, anche quando nessuno ci crede più.
Stefano Cantalupi

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Lun 18 Giu 2007, 8:21 Profilo Invia messaggio privato MSN
cesco79
Simpatizzante



Registrato: 05/04/07 10:33
Messaggi: 332
Residenza: Seriate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Che 2 palle ha vinto il mascella!!!Capello ti odio!!!!

_________________
Mi chiedo come sarà l'inverno Con una primavera che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la notte Con un giorno che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la vita Con una luce che non vedrò mai
Mi chiedo come sarà la vita Con un dolore che dura in eterno
In ogni notte c'è un nero diverso In ogni notte desidero tornare
Al tempo in cui cavalcavo Attraverso le foreste antiche
In ogni inverno c'è un freddo diverso In ogni inverno mi sento così vecchio
Molto vecchio così come la notte Molto vecchio così come il terribile freddo
Lun 18 Giu 2007, 9:02 Profilo Invia messaggio privato
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
onore al Real...è solo colpa del Barca aver perso la Liga...


cmq avrei preferito il Siviglia, peccato
Lun 18 Giu 2007, 9:12 Profilo Invia messaggio privato
Albe
Seguace della Dea



Registrato: 23/06/06 17:57
Messaggi: 1127
Residenza: Mozzo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
ho visto Real-Maiorca ieri sera... merengues inguardabili per un'ora, i galacticos sembravano quelli del Maiorca con Varela e Arango - due giocatori davvero molto interessanti- che hanno fatto il bello e il cattivo tempo... poi gol di Diarra (peggiore in campo fino a quel momento) e doppietta di Reyes (una delle delusioni della stagione)...
che nervùs la scarpa d'oro al pupone!

_________________
Adoma ona Coppa Italia
Però chesta maglia
La g'ha ergot de diferènt
Lun 18 Giu 2007, 12:44 Profilo Invia messaggio privato
bomber
Tifoso



Registrato: 05/01/06 16:15
Messaggi: 649
Residenza: Bergamanchester

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
ma quello del video di messi che parla .. CHE LINGUA E' ??

_________________
YOU'LL NEVER WALK ALONE
1907 - L'ANNO DELLA DEA... 1911 - L'ANNO DEL MAIALE
Lun 18 Giu 2007, 18:24 Profilo Invia messaggio privato MSN
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando

Link


_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Lun 18 Giu 2007, 19:22 Profilo Invia messaggio privato MSN
Caveman
Supporter Dea



Registrato: 21/12/04 22:01
Messaggi: 2737
Residenza: Lago d'Iseo....in via di trasloco per San Marino o Liechtenstein....oops ora lo sa anche Umbe!

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
L'unica cosa decente è che il Bilbao è riuscito dopo un campionato osceno a rimanere nella massima serie!

_________________
Lun 18 Giu 2007, 19:29 Profilo Invia messaggio privato MSN
Albe
Seguace della Dea



Registrato: 23/06/06 17:57
Messaggi: 1127
Residenza: Mozzo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
mentre dopo 30 anni retrocede la Real Sociedad, che fino a tre anni fa giocava in Champions...

_________________
Adoma ona Coppa Italia
Però chesta maglia
La g'ha ergot de diferènt
Lun 18 Giu 2007, 20:08 Profilo Invia messaggio privato
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Liga: i voti agli italiani
Stampa Articolo Stampa articolo | Invia Articolo Invia articolo | Commenti:32 Di' la tua
Il campionato spagnolo appena concluso ha avuto come protagonisti 7 nostri giocatori, più l'allenatore vincente. E proprio il tecnico, Capello, ha saputo meritarsi la pagella migliore
Fabio Capello, 61 anni, allenatore del Real Madrid. Reuters
Fabio Capello, 61 anni, allenatore del Real Madrid. Reuters
MADRID (Spagna), 18 giugno 2007 - Il campionato si è chiuso ieri con la vittoria del Real Madrid, la stagione spagnola finirà sabato prossimo con la finale di Copa del Rey tra Getafe e Siviglia al Bernabeu. Un'annata lunghissima, e molto italiana: 7 giocatori, un allenatore, oltre ai collaboratori di Capello. E poi i dirigenti Franco Baldini e Amedeo Carboni. Queste le pagelle dei nostri connazionali.
Fabio CAPELLO (allenatore Real Madrid) 9 - Dieci anni dopo, un nuovo trionfo. Molto più sofferto del primo, con 7 mesi di incomprensioni, sconfitte, dubbi, difficoltà. E tre mesi perfetti. Dopo tre anni il Madrid rivince la Liga e gran parte del merito va al suo tecnico, che ha saputo trasmettere determinazione, fede, voglia e spirito a uno spogliatoio frantumato. Attorno a Capello, grande apporto dei suoi collaboratori, il vice Italo Galbiati (in Spagna anche 10 anni fa), il preparatore Massimo Neri, il responsabile dei portieri, Franco Tancredi.
Fabio CANNAVARO (Real Madrid) 6.5 - 31 presenze, 2680 minuti, 0 gol. Campione del mondo, Pallone d'oro, e tutto il resto. Arrivato stanco e spaesato a Madrid, il capitano azzurro ha sofferto le difficoltà d'ambientamento e uno stile di gioco molto diverso da quello italiano. Tante partite appena sufficienti, alcune disastrose, poche al suo livello. Un'infinità di ammonizioni (16), poi il finale in crescendo, come tutti i compagni. Paradossalmente, per Cannavaro è il primo titolo nazionale, al netto di Moggiopoli.
Antonio CASSANO (Real Madrid) s.v. - 7 presenze, 315 minuti, 1 gol. Un'altra stagione buttata via dal talento barese, e siamo a tre. Partito titolare è finito quasi subito in panchina, poi fuori squadra. Reintegrato, nuovamente accantonato, richiamato in tempo per servire ad Higuain un magico assist per il pari nel derby di ritorno, ha finito come desaparecido. Chiuso in palestra da un'artrite a una caviglia. Assente persino dalla festa, epilogo triste. Necessita un cambio repentino.
Gianluca ZAMBROTTA (Barcellona) 6 - 29 presenze, 2337 minuti, 3 gol. Anche per lui come per Cannavaro qualche difficoltà ad adattarsi a uno stile difensivo differente, con pressanti richieste di salire ad appoggiare gli attaccanti e precipitosi rientri a coprire la difesa lasciata scoperta. Come tanti suoi compagni del Mondiale ha pagato il grande successo tedesco.
Damiano TOMMASI (Levante) 8 - 28 presenze, 1840 minuti, 0 gol. Votato come miglior giocatore del Levante dalla stampa di Valencia, l'ex romanista ha disputato una stagione spettacolare. Lopez Caro lo aveva messo in panchina, Abel Resino, che ha sostituito l'ex tecnico del Madrid, ha puntato tutto su di lui. Una scommessa vincente: Levante salvato e Tommasi sugli scudi. A 33 anni c'è ancora il tempo per grandi soddisfazioni.
Emiliano MORETTI (Valencia) 7.5 - 22 presenze, 1950 minuti, 2 gol. Alla terza stagione spagnola, nonostante un infortunio che lo ha fermato per 3 mesi Moretti è stato uno dei più positivi del Valencia. Impiegato da Quique Sanchez Flores non solo da laterale sinistro, ma anche al centro della difesa, ha risposto sempre alla grande, segnando 2 reti. Ottima stagione.
Alessio TACCHINARDI (Villarreal) 7 - 22 presenze, 1115 minuti, 1 gol. Prima in panchina, poi infortunato, finalmente titolare e decisivo nell'eccezionale finale di stagione del Sottomarino Giallo: 8 vittorie di fila e conquista del posto Uefa. Una stagione complicata, solo 11 volte titolare, finita in grande crescendo.
Enzo MARESCA (Siviglia) 7 - 24 presenze, 1277 minuti, 2 gol. Ha giocato meno del previsto. Per alcuni piccoli, ma fastidiosi infortuni, per la grande concorrenza nel centrocampo del Siviglia e per alcune scelte poco comprensibili di Juande Ramos. Ha bissato il successo in coppa Uefa dello scorso anno e ha la possibilità di vincere la Copa del Rey, però era lecito aspettarsi più minuti e un impatto maggiore dopo quanto visto l'anno passato.
Filippo Maria Ricci

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Lun 18 Giu 2007, 20:23 Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it