Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
ultra' milan....7 ARRESTATI PER ESTORSIONE

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Le altre curve Precedente
Successivo
ultra' milan....7 ARRESTATI PER ESTORSIONE
Autore Messaggio
maradona
Utente base



Registrato: 28/11/06 12:14
Messaggi: 12

Messaggio ultra' milan....7 ARRESTATI PER ESTORSIONE
Descrizione:
Rispondi citando
dal sito GAZZETTA DELLO SPORT:


Calcio: Milan, arrestati per estorsione 7 capi ultras
Indice Ultim'ora

MILANO - Estorsione reiterata dei confronti della societa' Milan calcio per ottenere l'appalto della vendita del merchandising e di una parte dei biglietti per accedere allo stadio. Con questa accusa la Digos di Milano ha arrestato, la scorsa notte, sette noti esponenti della curva sud del Milan e in particolare di un neonato gruppo costituitosi al momento dello scioglimento della storica "Fossa dei Leoni". L'indagine e' nata dopo il ferimento nell'ottobre del 2006 di un ultras milanista, probabilmente frutto di una faida interna ai gruppi del tifo organizzato rossonero
Mar 22 Mag 2007, 21:41 Profilo Invia messaggio privato
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Peccato davvero vedere gente con i capelli finire ai domiciliari x una storia cosi... Capisco il clan dei calabresi... ma lui no... non ci voleva proprio...

RoB!

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Mer 23 Mag 2007, 16:02 Profilo Invia messaggio privato MSN
soloatalanta
Tifoso



Registrato: 03/05/06 15:57
Messaggi: 735
Residenza: Dalmine,17 anni

Messaggio Tutta la verità sulla violenza a San Siro: Milan & Il ba
Descrizione:
Rispondi citando
IL FATTO - Martedì scattano le manette ai polsi di Giancarlo Capelli, alias "Il Barone", 59enne storico capo della curva rossonera. E poi, ai polsi di G. "Sandokan" L., 32enne, M. D., 40 anni, C. T., 33 enne, F. Z. detto Pablo, 31enne, A. "Peso" P., 34 anni e M. G., 24enne. In effetti nell'ordinanza di custodia firmata dal gip Federica Centonze, ricorrono anche i nomi di K. N., C. T. e D. M.! Per loro tre però il pm non chiede alcuna misura cautelare, visto che non si configura il reato associativo.

LE MOTIVAZIONI - Perchè sono finiti in carcere? Per estorsione ma anche "per tutta una serie di delitti, in occasione e nell'ambito di manifestazioni sportive calcistiche, ed in particolare di reati di porto e lancio di torce ed artifizi pirotecnici e di estorsione, ai danni della società Milan AC", scrive il gip. In effetti questa dizione generica è solo il preludio a una brutta storia che potrebbe - almeno a livello di ipotesi - essere "replicabile" come modello anche per altre società (ricordate il derby tra Roma e Lazio con i tifosi in campo?).

IL FERIMENTO - Le indagini cominciano con il ferimento di Leonardo Avignano, il 16 ottobre 2006. Il ragazzo "viene attinto da uno dei colpi d'arma da fuoco esplosi al suo indirizzo dal passeggero di una moto che immediatamente dopo si dà alla fuga" presso il Centro Commerciale 'Vulcano' di Sesto San Giovanni. Gli inquirenti indagano e cosa scoprono? Che Avignano risulta "appartenere ad un gruppo organizzato di tifosi ultras denominato Commandos Tigre. Le notizie acquisite in quel frangente dalla Digos di Milano e dalla Ps di Sesto San Giovanni convergono nella direzione di un atto criminale derivato da dissidi e risse verificatisi all'interno della curva ultras milanista, rispetto ai quali l'atto a danno di Avignano sembra avere una finalità punitiva". E qui occorre qualche spiegazione alle carte processuali.




LA STORIA - I Commandos Tigre sono una delle organizzazioni della curva milanista. Nascono poco dopo la Fossa dei Leoni, nata nel 1968. Le “Brigate rossonere”, la seconda formazione per importanza, arrivarono più tardi, nel 1975. Sono gli anni in cui nella curva sud dello stadio di San Siro, protagonisti migliaia di giovani, si sventolava un gran bandierone con il ritratto del Che. Un fenomeno solo in parte imitativo delle grandi manifestazioni di massa dell’epoca. Questo è lo scenario "consolidato" della tifoseria milanista, che poi però comincia a mutare. Dopo un anno dalla discesa in campo di Berlusconi. A mostrare quanto sia avvenuta la virata a destra dei supporter è l'uccisione avvenuta il 29 gennaio 1995, prima della partita Genoa-Milan, del giovane tifoso Vincenzo Spagnolo sul piazzale antistante lo stadio Ferraris. Dall’inizio di quel campionato si erano, infatti, già formate le “Brigate rossonere due”, una sorta di gruppo informale e clandestino, di struttura parallela al club ufficiale. Al suo interno anche qualche figura proveniente dalla militanza nell’estrema destra. La “rissa” a Genova, come scrissero i magistrati, “era stata da loro programmata”.
Non è finita, il tifo è molto agitato al suo interno. In preda a una sorta di convulsione politica. Nell’aprile 1997, sui Navigli, in piena campagna elettorale, viene ferito il consigliere comunale di Rifondazione comunista Davide Tinelli. Nel marzo del 2000 a Cologno Alessandro Alvarez, un giovane neofascista, viene assassinato. Alla fine, dopo questo travaglio, muore la Fossa dei Leoni. E nascono i Guerrieri, con il simbolo di un guerriero scozzese.




I Guerrieri iniziano a "sgomitare". Non sono entrati in campo per nulla. Il loro intento è mettere le mani su un business molto redditizio, quello della rivendita dei biglietti. Un giro d'affari che viene stimato sui due milioni di euro all'anno. "Il gruppo dei Gerrieri compare nell'autunno del 2005 - spiegano i magistrati - ad opera dell'indagato Giancarlo Lombardi che, dopo lo scioglimento della storica Fossa dei Leoni, cerca spazio all'interno della curva. Come si vedrà nel proseguio, tuttavia, la presa di posizione di Lombardi e soprattutto il metodo prevaricatore con cui cerca di affermarsi, determinano una serie di tensioni, legate in particolar modo alla gestione dei biglietti concessi a condizioni agevolate dalla società Milan, e fino a quel momento destinate alle formazioni consolidate, quali i 'Commandos Tigre', con il loro referente Michele Cardona, detto 'Ricky', e le 'Brigate rossonere', in persona del loro leader Giancarlo Capelli detto il Barone".



IL BARONE - Capelli, appunto. Il rispettatissimo "Barone". 59 anni, si trova all'improvviso senza organizzazione alle spalle. La Fossa si è sciolta, il leone è fuori dalla gabbia. Cerca un nuovo gruppo da guidare, con l'esperienza e la diplomazia, la forza e il carisma. Per Lombardi, alla ricerca di un posto al sole (e allo stadio) per i Guerrieri, è l'uomo giusto per "sfondare" e imporsi. Ma per fare questo deve prima provocare una rottura del "Barone" con l'altro capo storico, quello dei Commandos, Cardona. Impresa riuscita, stando alle parole che Simone Chiodi, altro esponente dei Commandos, pronuncia davanti agli inquirenti: "Di certo c'è che il Cardona e il Capelli hanno litigato e da quel momento si può dire che non c'è più unità nella Curva, quasi una sorta di anarchia. Una mia deduzione è che il Lombardi sia riuscito nell'intento di spaccare la Curva per acquisire più potere con il suo gruppo - racconta Chiodi - Ricordo che durante la partita Milan-Torino ad un certo punto il Lombardi venne giù da noi stranamente per la prima volta a vadere la partita. Si fermò infatti per tutto il primo tempo. Quando furono lanciate le torce (in campo, ndr) lui si alzò con le mani ai fianchi guardando prima tutto il nostro settore e poi sopra, non proferendo parola. Noi rimanemmo di ghiaccio. Per la prima volta mi è sembrato che da noi sepreggiasse un senso di impotenza per un'azione che disapprovammo totalmente ma per la quale non abbiamo reagito perché avevamo la consapevolezza di vivere al di fuori delle regole dello stadio da sempre accettate da noi, e all'interno di una logica puramente mafiosa e criminale fatta di ricatti ed intimidazioni".

In pratica il meccanismo è semplice. Torce, bastoni, violenza. Tutto viene utilizzato per prendere il sopravvento all'interno della curva. E per coprire quel buco lasciato vuoto dalla Fossa dei Leoni.


IL MILAN - Ma non è l'unica direzione seguita da Lombardi e Capelli. Perchè l'obiettivo non è solo quello di avere il predominio, ma soprattutto quello di ottenere i tagliandi a prezzi scontati da rivendere. E allora Claudio Tieri, dei Guerrieri, inizia a tempestare di telefonate la società rossonera. All'altro capo del telefono risponde a volte Daniela Gozzi, responsabile della gestione settore stadio, a volte Marco Minorati, addetto al booking.

"Il Tieri continuava ad insistere di voler essere messo in contatto con qualche dirigente della società, minacciando, al contempo, che nel caso in cui la sua richiesta in merito ad un'eventuale distribuzione di bilgietti a favore del suo gruppo, sia da parte della società Milan, che da parte degli altri gruppi Ultras non fosse stata prese in considerazione, di poter causare disordini allo stadio sia tramite lancio di torce in campo che con scontri con gli altri gruppi ultras interni alla curva milanista, anche in occasione della partita del giorno successivo, l'8 novembre 2006", spiega Minorati ai magistrati. Lombardi chiama Tieri proprio l'8 novembre. E una sua frase intercettata è eloquente: "Noi siamo noi, vogliamo farci i cazzi nostri e lì dentro tutti si fanno i cazzi loro, non vedo il motivo perché non dobbiamo avere il filo diretto con la società".

Filo diretto a qualunque costo. E se c'è da portar dentro razzi e mazze, non ci sono problemi. Lo conferma una telefonata del 13 novembre 2006 tra Tieri e Karim Navarrini.

TIERI: Cazzo, mi sono perso i gadget sabato sera
NAVARRINI: che gadget?
T. Eh il casco, il manganello, qualche pezzo di quei poliziotti
N. ahhh
T. Era da scavallargli tutto
N. che non è facile, vuol dire anche pigliarle se gli vai sotto per rubargli la roba è pericoloso. Ho sentito che li avete pettinati mica da ridere
T. e minchia Marcone (Genellina, ndr) sta entrando, aveva una torcia in tasca, minchia questo lo ha brancato io mi sono subito messo in mezzo, ma oh, ma che cazzo fai, mollalo gli ho detto, minchia per una torcia stai facendo questo bordello, minchia si gira l'altro, sbammm, parte con il manganello
N, oh, ma sei scemo?
T. oh ragazzi, ma siete fuori? a quel punto lì cosa abbiamo fatto, io glio ho dato un caclio a uno, è arrivato l'altro, il vecchio di fossa...
N. Pablo?
T. Pab lo, ha caricato di bestia poi nel frattempo quell'altro correva dietro a Marco verso le rampe, minchia quando quelli lì sono partiti, gli altri due li abbiamo mollati un attimo son partiti, siamo riusciti a tirargli le manganellate da dietro, minchia sono finiti in un angolo tutti e tre e tutti attorno, la loro fortuna che è arrivato Giancarlo che ha detto "ragazzi lasciateli stare"
N. dopo ti vengono su ad acchiappare se li ammazzi eh...
T. va beh, magari li spaccavi un po', ERA UN PUNTO DOVE NON C'ERANO TELECAMERE

MODELLO LAZIO - Sempre Tieri parla al telefono con Navarrini una settimana dopo. E dà un'indicazione interessante.

T. Sembra che la società si stia ammorbidendo anche su un discorso di agevolare bene determinate cose. Se sti merda invece di pagare le multe ci girano un po' di soldi per fare un po' di cose non sarebbe mica male...
N. Come fanno alla Lazio che non pagano le multe e pagano gli ultrà. Li pagano e basta
T. "almeno darci una mano nelle trasferte più cazzute, o regalami il biglietto o pagami il volo"
T. Dice che la società dovrebbe agevolarli, rompendo meno i coglioni, altrimenti lancerebbero fumogeni in campo per fare multare di 250mila euro la società, "così ci romperebbero meno il cazzo e ci darebbero le loro agevolazioni Alitalia".
N. Se vogliono rompere i coglioni, romperemo i coglioni
T. Spacchiamo lo stadio e glielo buttiamo in campo, però non lo facciamo alla partita del Milan ma a quella dell'Inter, così almeno squalifichiamo il campo a loro.

Tieri è sempre più esplicito, e direttamente con il Milan, parlando con la Gozzi. "Da questi biglietti facciamo uscire anche dei soldi che servono a diciamo... dare com un rimborso spese a chi dà una mano a contribuire a far sì che la curva sia sempre piena... Signora i fumogeni si possono eliminare, dipende tutto da voi, gli ho detto. Noi non abbiamo nessun problema a non accendere i fumogeni, dipende da voi! Ho detto, per adesso noi stiamo tranquilli.


CAVALLERIA RUSTICANA - Tra Guerrieri e Commandos Tigre c'è una guerra in atto. Idem tra Guerrieri e Milan. In questo ribollire di rabbia c'è anche spazio per le questioni di donne. E' Sara a raccontare una rissa tra le due anime della curva. "Io mi sono avvicinato alla balaustra notando che Leo inviava dei baci al nostro indirizzo, l'ho salutato e lui ci ha detto che da lì a poco ci sarebbe venuto a salutare. La Sara cercava di dissuaderlo nel salire, per evitare dei problemi. Durante l'incontro mi sono voltata e ho visto Leo dirigersi verso di noi, ci ha salutato, ci ha baciate dopo di che mi sono accorta che giungeva anche Mario. Ricordo che i due avessero detto di conoscersi e ad un certo punto Mario gli ha suggerito di calmarsi in quanto troppo agitato. Subito dopo è arrivato Lombardi dando vita ad una nuova discussione che poi è degenerata. Inizialmente Leo e Mario si sono battuti poi ha preso alle ostilità anche Lombardi. La Sara ha cercato di sperararli ma invano. Ricordo che Mario ha invitato Leo a recarsi di sopra a saldare i conti. Dopo Leo è sceso nel settore dei Commandos mentre io e Sara siamo scese nel settore dei Guerrieri e guardando giù ci siamo accorte abbiamo che una parte dei Commandos si alzava per raggiungere il nostro settore. Dal quel momento non so cosa fosse successo di preciso, posso dire che ne è scaturita una rissa tra alcuni esponenti dei due gruppi". Biglietti, donne, fumogeni e spranghe. In tutto questo, il pallone non c'entra proprio nulla.

_________________
http://www.myspace.com/zampagnaunodinoi

GLI ULTRAS SI DIFFERENZIANO DA TUTTI E DEVONO COINVOLGERE TUTTO, SE NON CI FOSSERO GLI ULTRAS SAREBBE UN CINEMA : FAREBBERO TUTTI SILENZIO!
ART.21:TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE

l'ultras non è moda, ma convinzione.Per chi se lo fosse dimenticato... fare l'ultras è reato.

Immagine spettacolare
http://s2.bitefight.it/c.php?uid=5425
Gio 24 Mag 2007, 10:15 Profilo Invia messaggio privato
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
la curva del milan ha molto a ke fare col mondo ultras

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Gio 24 Mag 2007, 18:23 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
robyrobyla
Amministratore



Registrato: 17/08/04 13:58
Messaggi: 2961
Residenza: Seriate (Bg)

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Ieri sera la curva del milan lasciata vuota durante la festa in segno di protesta x gli arrestati...

RoB!

_________________

...Su di noi dicono tante falsità
ci dipingono con ogni genere di menzogne
e ci gettano addosso tutto il fango possibile
ma l'unica verità è che siamo Trafficanti di Sogni...

Ultras Atalanta
Sab 26 Mag 2007, 13:23 Profilo Invia messaggio privato MSN
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
c'è poco da protestare è una vicenda ke nn ha niente a ke fare con il mondo ultras

_________________
Da
Anni
Sempre
Presenti
Ovunque
Sab 26 Mag 2007, 14:57 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
omer
Simpatizzante



Registrato: 19/01/05 14:39
Messaggi: 576

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
d'accordo con andrea
Mar 29 Mag 2007, 11:20 Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Le altre curve Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it