Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Ero morto, ora fatemi giocare

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Precedente
Successivo
Ero morto, ora fatemi giocare
Autore Messaggio
silver
Supertifoso



Registrato: 19/08/04 19:28
Messaggi: 1661
Residenza: Roma

Messaggio Ero morto, ora fatemi giocare
Descrizione:
Rispondi citando
GIULIANOVA (Teramo), 22 settembre 2006 - "Dai andiamo a vedere il Giulianova!". "Ma no, io sono di Lecce, non mi interessa". "Ma dai, da Chieti ci mettiamo poco!". Per fortuna di Gianluca Cherubini il tifoso del Giulianova ha convinto il suo collega rianimatore. Poi, durante la partita con il Novara, il tifoso dalla curva seguiva le fasi di gioco, mentre l’amico era più distratto e quando ha visto che Cherubini, lontano dall’azione, stramazzava a terra, ha capito tutto: "E’ un arresto cardiaco!". Un custode dello stadio, visti i tesserini, li ha fatti entrare sul campo. Quei due gli hanno salvato la vita.
IL VUOTO - Oggi Cherubini è qui a raccontarla. Sorridente, lucido. "Ho due giorni di vuoto. Il martedì sono andato a Messa con la squadra, poi ho chiamato la mia ragazza per dirle che arrivavo per cena, ho acceso una sigaretta e mi sono incamminato lungo una discesa. Stop. Gianni Califano mi ha detto che il mercoledì mattina siamo stati a comprare un regalo per due compagni, poi il giovedì sera c’è stata la partita, nella quale mi hanno detto che litigavo di brutto con l’arbitro: era una gara importante, ero teso".
SALVATO - Un’emorragia subaracnoidea vasta e spontanea ha colpito la zona sinistra del suo cervello e s’è propagata fino alla colonna vertebrale. Cherubini ha fatto 12 giorni di coma, 5 di rianimazione, 7 in reparto, poi un mese in clinica. L’hanno salvato i due rianimatori, i medici di Giulianova e Novara, il drenaggio al cervello e l’operazione. Oggi fa il team manager del Giulianova, corre e gioca a calcetto. A calcio non può: "Non posso colpire la palla di testa: era tutto quello che sapevo fare... Però sogno che un giorno i dottori mi dicano che posso riprendere. Ho 32 anni, vivo con questa illusione".
L’INCIDENTE - Ha visto la morte in faccia, e non è stata la prima volta: "Anni fa ho fatto un incidente stradale spaventoso, a 220 all’ora. Sono volato via, la macchina era ridotta come un pacchetto di sigarette vuoto, ma sono rimasto illeso. Lì ho pensato di essere stato fortunato. Stavolta... pure. Sono credente, lassù Qualcuno c’è, per fortuna non mi vuole e mi dice: "Però non esagerare, son già due volte che ci provi...". Forse non mi vuole perché sono un tipo un po’ esuberante, se divento buono lassù mi prendono al volo, quindi cerco di non cambiare...".
GLI ATTESTATI - Se lo augurano tutti quelli che gli vogliono bene. E non sono pochi: "Finalmente posso ringraziare tutti. Ho avuto attestati di amicizia incredibili. Mio padre e mia madre sono stati grandi, come Cristiana, la mia ragazza. C’erano amici che all’ospedale dormivano sulle barelle, giocatori sono venuti da tutta l’Italia e qualcuno ha litigato con i propri dirigenti; mi ha scritto gente che non conosco, l’arbitro di quella partita (Zega di Fermo, ndr) ha telefonato, si sentiva in colpa, ma non c’entra nulla!. Ho fatto mille sogni quando ero in coma. Credevo di aver fatto un incidente stradale, quando mi sono svegliato volevo chiedere scusa a Cristiana, mi sentivo in colpa, ma lei non mi faceva parlare... Ho sognato Fulvio e Califano, gli unici amici entrati in sala di rianimazione. E quando mi sono svegliato ho fatto impazzire tutti, ero scatenato, mi sedavano di continuo...".
SULLO - Cherubini adesso riflette. "Non mi rendo conto di quello che ho passato, ma non mi sembra possibile di essere quasi morto. Ci penso solo quando parlo con gente che si commuove. Ho visto le immagini, ci sono i giocatori disperati, ma non mi viene paura. Però quando ho parlato con Sullo (il giocatore del Messina guarito da un tumore, ndr) ho capito che nella vita ci sono cose davvero gravi, che ci si arrabbia per cose davvero stupide, che insomma i problemi veri sono altri".
IL CAMPO - Il Giulianova non l’ha abbandonato: "Avevo il contratto anche per questa stagione. Al neurochirurgo Lucantoni ho detto: "Che faccio?". E lui: "Lascia stare". Ho parlato con il presidente Quartiglia, gli ho chiesto di interrompere il rapporto. Lui invece mi ha chiesto di continuare, di stare con la squadra. Mi ha fatto un grande piacere. Quello che mi spiace è che ho smesso di giocare senza averci pensato. Il campo per me era uno sfogo, una passione vera. Se mi manca?". La smorfia non può essere descritta.

fonte: gazzetta.it

un bravo al presidente del giulianova...ogni itanto gli interessi economici vengono dopo i sentimenti e un in bocca al lupo cherubini...si però gianlù....quello lassù t'ha già messo la mano in testa due volte....vedi quello che poi fa!!!! Wink

_________________


Non piangere per chi non ti merita perchè sarà lui a piangere quando avrà capito di averti perso per sempre

è inutile cancellare qualcosa dalla mente se ormai l'hai incisa nel cuore

l'amicizia non è solo dirsi ti voglio bene, ma guardarsi negli occhi e intendere il silenzio di una lacrima
Ven 22 Set 2006, 10:30 Profilo Invia messaggio privato MSN
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
finalmente una bella storia di calcio dove le persone vengono prima del denaro
Ven 22 Set 2006, 10:34 Profilo Invia messaggio privato
Caveman
Supporter Dea



Registrato: 21/12/04 22:01
Messaggi: 2737
Residenza: Lago d'Iseo....in via di trasloco per San Marino o Liechtenstein....oops ora lo sa anche Umbe!

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
The Lizard ha scritto:
finalmente una bella storia di calcio dove le persone vengono prima del denaro


Vero!

_________________
Ven 22 Set 2006, 20:44 Profilo Invia messaggio privato MSN
DexterH46
Supporter Dea



Registrato: 17/08/04 22:55
Messaggi: 3149
Residenza: Sydney, NSW, Australia

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Applausi al presidente del Giulianova...
In bocca al lupo a Gianluca... fortunato sul campo ma... ai 220 non si va

_________________
I'd like to think the world is a better place --> www.dexterh46.splinder.com

Visitate il mio blog... Wink --> www.australia2007.splinder.com

A SIOM DI SUZARES SPACOM SO TOT --- FORZA SUZZARA - ZARA REBELS RULE

CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 1
Ven 22 Set 2006, 21:44 Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
andrea1907
Seguace della Dea



Registrato: 17/03/06 21:33
Messaggi: 1196
Residenza: Fontanella

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
complimenti al presidente del giulianova ke nn ha abbandonato gianluca
Sab 23 Set 2006, 12:42 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it