Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Stop agli accrediti giornalistici

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Precedente
Successivo
Stop agli accrediti giornalistici
Autore Messaggio
Erika
Co-organizzatrice



Registrato: 02/05/05 13:26
Messaggi: 2551
Residenza: telgate

Messaggio Stop agli accrediti giornalistici
Descrizione:
Rispondi citando
Il Catania si "vendica": niente accredito a Tuttosport

Niente pass in sala stampa per i corrispondenti in terra siciliana.

Catania - Niente accredito per i giornalisti del quotidiano Tuttosport in occasione della partita Catania-Albinoleffe della scorsa settimana.

"E’ assolutamente vergognoso - è scritto nella comunicazione firmata dalla società dell'elefantino - che un giornale come il vostro, a diffusione nazionale, che viene acquistato sia dai torinesi che dai catanesi abbia il coraggio di chiedere accrediti presso questa società dopo che da circa due mesi è in atto una campagna disgustosa pro Torino.

Vero è che ognuno è libero di gestire le proprie cose come ritiene più opportuno, pertanto come questa società non si è permessa di sindacare il vostro operato (nonostante i nostri tentativi di richiamarvi a un maggiore equilibrio nell’esposizione e nei contenuti degli articoli redatti dai vostri giornalisti) ci auguriamo che voi non vi permettiate di sindacare la nostra scelta di non voler avere più niente a che fare con la vostra fin troppo faziosa testata. Ci vediamo costretti a rifiutare il vostro accredito"

fonte goal.....

Per me hanno fatto troppo bene!!!

_________________


CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 2
W I KAWASAKI BOYS!!!
La palla è sotto le gambe, sotto le gambe, la palla è sotto le gambe!!!
Ven 26 Mag 2006, 11:15 Profilo Invia messaggio privato AIM
Pajkar
Seguace della Dea



Registrato: 02/06/05 09:26
Messaggi: 1438
Residenza: Canton Ticino

Messaggio Re: Stop agli accrediti giornalistici
Descrizione:
Rispondi citando
Erika ha scritto:
Il Catania si "vendica": niente accredito a Tuttosport

Niente pass in sala stampa per i corrispondenti in terra siciliana.

Catania - Niente accredito per i giornalisti del quotidiano Tuttosport in occasione della partita Catania-Albinoleffe della scorsa settimana.

"E’ assolutamente vergognoso - è scritto nella comunicazione firmata dalla società dell'elefantino - che un giornale come il vostro, a diffusione nazionale, che viene acquistato sia dai torinesi che dai catanesi abbia il coraggio di chiedere accrediti presso questa società dopo che da circa due mesi è in atto una campagna disgustosa pro Torino.

Vero è che ognuno è libero di gestire le proprie cose come ritiene più opportuno, pertanto come questa società non si è permessa di sindacare il vostro operato (nonostante i nostri tentativi di richiamarvi a un maggiore equilibrio nell’esposizione e nei contenuti degli articoli redatti dai vostri giornalisti) ci auguriamo che voi non vi permettiate di sindacare la nostra scelta di non voler avere più niente a che fare con la vostra fin troppo faziosa testata. Ci vediamo costretti a rifiutare il vostro accredito"

fonte goal.....

Per me hanno fatto troppo bene!!!


quoto

_________________

BiH
Ven 26 Mag 2006, 11:38 Profilo Invia messaggio privato MSN
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
In realtà andrebbe capito cosa è successo, ed è successo che al Catania non è andato giù qualcosa che non ha a che fare direttamente con la campagna pro-granata del quotidiano sportivo piemontese.

La decisione del Catania è alquanto scandalosa visto che se la sono presa principalmente per un articolo apparso su Tuttosport condivisibile credo da tutti gli sportivi e tifosi italiani.

Settimana scorsa su Tuttosport un giornalista (filotorinista, ma non ha importanza) ha criticato aspramente la scelta da parte della Lega Calcio di far disputare in campo neutro la partita Catanzaro - Catania, motivata dal fatto che ci sarebbero stati problemi di ordine pubblico per l'alta affluenza dei tifosi catanesi visto che avrebbero potuto festeggiare la promozione. La richiesta alla Lega, va sottolineato, non è stata avanzata dalla Prefettura di Catanzaro o altro, ma direttamente dal Catania. La Lega Calcio, senza la minima opposizione, ha accolto la proposta del Catania, mandando letteralmente affanculo il diritto del Catanzaro di giocare sul proprio campo e dei suoi tifosi di vedere la propria squadra giocare in casa. Che il Catanzaro fosse già retrocesso in C1 non ha la alcun minima importanza.

Questo è l'articolo in questione:

Il pallone rotola in Procura, la sua credibilità è ai minimi storici, il re è deposto, il palazzo abbandonato, ogni sorta di giochetto affiora dì per dì come da una voragine dritta sul­l’inferno. Eppure non basta. Non basta a trattenere la ten­tazione, a bloccare l’abitudine. Tentazione, abitudine alla scorciatoia, all’acconciatura delle regole. Anzi, nel polvero­ne magno magari si spera che il colpo in destrezza passi mi­metizzato. Il Catania chiede e ottiene di giocare in campo neutro la partita di Catanzaro. Motivazione: tutela dell’or­dine e della sicurezza pubblica. Formula con la quale tutto può passare come giusto, di più: come legale. Il Catanzaro e i catanzaresi? Sono già retrocessi, chissenefrega. La rego­larità del campionato? Interessi superiori, dicono. Invece questa decisione è semplicemente scandalosa, e ve lo dimo­striamo. Per prima cosa una domanda: con il metro sfode­rato ieri al Viminale, quante partite domenicalmente do­vrebbero disputarsi in campo neutro? Che si fa, pressoché tutti i derby li andiamo a giocare a Tripoli? O cosa avrem­mo dovuto inventare con la Fiorentina e il Napoli in serie C? Ogni trasferta era un problema di ordine pubblico, dato l’e­norme seguito di tifosi: ordinanza superiore, si giochi sem­pre al Franchi e al San Paolo. Sarebbe stato più sicuro.
Proseguiamo con l’evidente, indegna vittoria che la decisio­ne catanzarese assegna ai violenti, ai facinorosi. I quali, da ieri, si vedono riconosciuti tra i manovratori del vapore (po­co importa che sia un titanic lanciato verso l’abisso): basta mostrare il ceffo feroce, minacciare, e il calcio si fa topolino, scappa. Avanti: la città e i tifosi di Catanzaro non hanno nessun diritto, a loro non viene riconosciuta alcuna dignità. Non solo, ne escono ghettizzati come un bronx pallonaro. Vi pare giusto?
E ora l’aspetto più palesemente scorretto. Spostando la partita di Catanzaro a Lecce ( o dovunque) si tutela l’ordi­ne tutelando soprattutto l’interesse del Catania, squadra forte che non dovrebbe aver bisogno di simili manfrine. Giacché i già umiliati tifosi giallorossi non avranno grossa voglia di sobbarcarsi un viaggio oneroso e disagevole, men­tre i catanesi, convinti di festeggiare la promozione, muo­veranno un sacrosanto esodo: il Catania giocherà in casa una gara in trasferta. Bella giustizia. E dire che il provve­dimento equo, non così smaccatamente partigiano, è tanto semplice. Se l’ordine e la sicurezza sono cotanto a rischio, si giochi altrove, però a porte chiuse. Stop. Invece. Invece il calcio è svergognato, il re deposto, il palazzo abbando­nato e il più furbo vince. Alberto Manassero, Tuttosport

Complimenti a Tuttosport e a Manassero per l'articolo, la società Catania pensi invece a vincere sul campo ed uscirne a testa alta.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)


L'ultima modifica di DeaInMyHeart il Ven 26 Mag 2006, 11:57, modificato 1 volta
Ven 26 Mag 2006, 11:46 Profilo Invia messaggio privato
Erika
Co-organizzatrice



Registrato: 02/05/05 13:26
Messaggi: 2551
Residenza: telgate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
DeaInMyHeart ha scritto:
In realtà andrebbe capito cosa è successo, ed è successo che al Catania non è andato un giù qualcosa che non ha a che fare direttamente con la campagna pro-granata del quotidiano sportivo piemontese.
La decisione del Catania, è alquanto scandalosa, visto che se la sono presa principalmente per un articolo apparso su Tuttosport condivisibile credo da tutti gli sportivi e tifosi italiani.

Settimana scorsa su Tuttosport è apparso un articolo dove un giornalista (filotorinista, ma non ha importanza) ha criticato aspramente la scelta da parte della Lega Calcio di far disputare in campo neutro la partita Catanzaro - Catania, motivata dal fatto che ci sarebbero stati problemi di ordine pubblico per l'alta affluenza dei tifosi catanesi visto che avrebbero potuto festeggiare la promozione. La richiesta alla Lega, va sottolineato, non è stata avanzata dalla Prefettura di Catanzaro o altro, ma direttamente dal Catania. La Lega Calcio, senza la minima opposizione, ha accolto la proposta del Catania, mandando letteralmente affanculo il diritto del Catanzaro di giocare sul proprio campo e dei suoi tifosi di vedere la propria squadra giocare in casa. Che il Catanzaro fosse già retrocesso in C1 non ha la alcun minima importanza.

Questo è l'articolo in questione:

Il pallone rotola in Procura, la sua credibilità è ai minimi storici, il re è deposto, il palazzo abbandonato, ogni sorta di giochetto affiora dì per dì come da una voragine dritta sul­l’inferno. Eppure non basta. Non basta a trattenere la ten­tazione, a bloccare l’abitudine. Tentazione, abitudine alla scorciatoia, all’acconciatura delle regole. Anzi, nel polvero­ne magno magari si spera che il colpo in destrezza passi mi­metizzato. Il Catania chiede e ottiene di giocare in campo neutro la partita di Catanzaro. Motivazione: tutela dell’or­dine e della sicurezza pubblica. Formula con la quale tutto può passare come giusto, di più: come legale. Il Catanzaro e i catanzaresi? Sono già retrocessi, chissenefrega. La rego­larità del campionato? Interessi superiori, dicono. Invece questa decisione è semplicemente scandalosa, e ve lo dimo­striamo. Per prima cosa una domanda: con il metro sfode­rato ieri al Viminale, quante partite domenicalmente do­vrebbero disputarsi in campo neutro? Che si fa, pressoché tutti i derby li andiamo a giocare a Tripoli? O cosa avrem­mo dovuto inventare con la Fiorentina e il Napoli in serie C? Ogni trasferta era un problema di ordine pubblico, dato l’e­norme seguito di tifosi: ordinanza superiore, si giochi sem­pre al Franchi e al San Paolo. Sarebbe stato più sicuro.
Proseguiamo con l’evidente, indegna vittoria che la decisio­ne catanzarese assegna ai violenti, ai facinorosi. I quali, da ieri, si vedono riconosciuti tra i manovratori del vapore (po­co importa che sia un titanic lanciato verso l’abisso): basta mostrare il ceffo feroce, minacciare, e il calcio si fa topolino, scappa. Avanti: la città e i tifosi di Catanzaro non hanno nessun diritto, a loro non viene riconosciuta alcuna dignità. Non solo, ne escono ghettizzati come un bronx pallonaro. Vi pare giusto?
E ora l’aspetto più palesemente scorretto. Spostando la partita di Catanzaro a Lecce ( o dovunque) si tutela l’ordi­ne tutelando soprattutto l’interesse del Catania, squadra forte che non dovrebbe aver bisogno di simili manfrine. Giacché i già umiliati tifosi giallorossi non avranno grossa voglia di sobbarcarsi un viaggio oneroso e disagevole, men­tre i catanesi, convinti di festeggiare la promozione, muo­veranno un sacrosanto esodo: il Catania giocherà in casa una gara in trasferta. Bella giustizia. E dire che il provve­dimento equo, non così smaccatamente partigiano, è tanto semplice. Se l’ordine e la sicurezza sono cotanto a rischio, si giochi altrove, però a porte chiuse. Stop. Invece. Invece il calcio è svergognato, il re deposto, il palazzo abbando­nato e il più furbo vince. Alberto Manassero, Tuttosport

Complimenti a Tuttosport e a Manassero per l'articolo, la società Catania pensi invece a vincere sul campo ed uscirne a testa alta.


Scusa ma nn ho capito se un giornalista è preponderante per il Torino non fa niente??Non esprime alcuna faziosità?? Ah, Giu. difendi meno la categoria e prova a vedere le cose...
Anch'io non ho trovato giusto che la partita del Catania fosse disputata in campo neutro ma se al Catanzaro non andava bene poteva benissimo presentare ricorso, nn ci credo sia stato deciso tutto senza che venisse interpellato..proprio non ci credo!!

_________________


CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 2
W I KAWASAKI BOYS!!!
La palla è sotto le gambe, sotto le gambe, la palla è sotto le gambe!!!
Ven 26 Mag 2006, 11:57 Profilo Invia messaggio privato AIM
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Erika ha scritto:
DeaInMyHeart ha scritto:
In realtà andrebbe capito cosa è successo, ed è successo che al Catania non è andato un giù qualcosa che non ha a che fare direttamente con la campagna pro-granata del quotidiano sportivo piemontese.
La decisione del Catania, è alquanto scandalosa, visto che se la sono presa principalmente per un articolo apparso su Tuttosport condivisibile credo da tutti gli sportivi e tifosi italiani.

Settimana scorsa su Tuttosport è apparso un articolo dove un giornalista (filotorinista, ma non ha importanza) ha criticato aspramente la scelta da parte della Lega Calcio di far disputare in campo neutro la partita Catanzaro - Catania, motivata dal fatto che ci sarebbero stati problemi di ordine pubblico per l'alta affluenza dei tifosi catanesi visto che avrebbero potuto festeggiare la promozione. La richiesta alla Lega, va sottolineato, non è stata avanzata dalla Prefettura di Catanzaro o altro, ma direttamente dal Catania. La Lega Calcio, senza la minima opposizione, ha accolto la proposta del Catania, mandando letteralmente affanculo il diritto del Catanzaro di giocare sul proprio campo e dei suoi tifosi di vedere la propria squadra giocare in casa. Che il Catanzaro fosse già retrocesso in C1 non ha la alcun minima importanza.

Questo è l'articolo in questione:

Il pallone rotola in Procura, la sua credibilità è ai minimi storici, il re è deposto, il palazzo abbandonato, ogni sorta di giochetto affiora dì per dì come da una voragine dritta sul­l’inferno. Eppure non basta. Non basta a trattenere la ten­tazione, a bloccare l’abitudine. Tentazione, abitudine alla scorciatoia, all’acconciatura delle regole. Anzi, nel polvero­ne magno magari si spera che il colpo in destrezza passi mi­metizzato. Il Catania chiede e ottiene di giocare in campo neutro la partita di Catanzaro. Motivazione: tutela dell’or­dine e della sicurezza pubblica. Formula con la quale tutto può passare come giusto, di più: come legale. Il Catanzaro e i catanzaresi? Sono già retrocessi, chissenefrega. La rego­larità del campionato? Interessi superiori, dicono. Invece questa decisione è semplicemente scandalosa, e ve lo dimo­striamo. Per prima cosa una domanda: con il metro sfode­rato ieri al Viminale, quante partite domenicalmente do­vrebbero disputarsi in campo neutro? Che si fa, pressoché tutti i derby li andiamo a giocare a Tripoli? O cosa avrem­mo dovuto inventare con la Fiorentina e il Napoli in serie C? Ogni trasferta era un problema di ordine pubblico, dato l’e­norme seguito di tifosi: ordinanza superiore, si giochi sem­pre al Franchi e al San Paolo. Sarebbe stato più sicuro.
Proseguiamo con l’evidente, indegna vittoria che la decisio­ne catanzarese assegna ai violenti, ai facinorosi. I quali, da ieri, si vedono riconosciuti tra i manovratori del vapore (po­co importa che sia un titanic lanciato verso l’abisso): basta mostrare il ceffo feroce, minacciare, e il calcio si fa topolino, scappa. Avanti: la città e i tifosi di Catanzaro non hanno nessun diritto, a loro non viene riconosciuta alcuna dignità. Non solo, ne escono ghettizzati come un bronx pallonaro. Vi pare giusto?
E ora l’aspetto più palesemente scorretto. Spostando la partita di Catanzaro a Lecce ( o dovunque) si tutela l’ordi­ne tutelando soprattutto l’interesse del Catania, squadra forte che non dovrebbe aver bisogno di simili manfrine. Giacché i già umiliati tifosi giallorossi non avranno grossa voglia di sobbarcarsi un viaggio oneroso e disagevole, men­tre i catanesi, convinti di festeggiare la promozione, muo­veranno un sacrosanto esodo: il Catania giocherà in casa una gara in trasferta. Bella giustizia. E dire che il provve­dimento equo, non così smaccatamente partigiano, è tanto semplice. Se l’ordine e la sicurezza sono cotanto a rischio, si giochi altrove, però a porte chiuse. Stop. Invece. Invece il calcio è svergognato, il re deposto, il palazzo abbando­nato e il più furbo vince. Alberto Manassero, Tuttosport

Complimenti a Tuttosport e a Manassero per l'articolo, la società Catania pensi invece a vincere sul campo ed uscirne a testa alta.


Scusa ma nn ho capito se un giornalista è preponderante per il Torino non fa niente??Non esprime alcuna faziosità?? Ah, Giu. difendi meno la categoria e prova a vedere le cose...
Anch'io non ho trovato giusto che la partita del Catania fosse disputata in campo neutro ma se al Catanzaro non andava bene poteva benissimo presentare ricorso, nn ci credo sia stato deciso tutto senza che venisse interpellato..proprio non ci credo!!


Allora dimmi cosa c'è di fazioso in quell'articolo. Non mi pare abbia diffamato il Catania, né tantomeno scritto qualcosa pro-torino, pur evidente che è più un simpatizzante del Toro che, di sicuro, del Catania. Ha espresso solamente un punto di vista, condivisibile o meno, su una questione che in quel momento tale giornalista magari sente più di altri. Ma non si è inventato un fatto per screditare qualcuno ed esaltare qualcun'altro.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Ven 26 Mag 2006, 12:32 Profilo Invia messaggio privato
Erika
Co-organizzatrice



Registrato: 02/05/05 13:26
Messaggi: 2551
Residenza: telgate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Si sta parlando di articoli di due mesi, non dell'ultimo fatto.....

_________________


CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 2
W I KAWASAKI BOYS!!!
La palla è sotto le gambe, sotto le gambe, la palla è sotto le gambe!!!
Ven 26 Mag 2006, 12:42 Profilo Invia messaggio privato AIM
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Cmq che ci sia una campagna anti-Catania da parte dei torinisti è palese a tutti...poi in questo articolo non c'è una dichiarazione contro il Catania...però insomma...posso pure capire la società che lì esclude...metti se succede un "favore" arbitrale cosa vanno a scrivere quelli di Torino...
Ven 26 Mag 2006, 12:46 Profilo Invia messaggio privato
Palermo Neroblu
Amministratore



Registrato: 16/08/04 10:15
Messaggi: 6731
Residenza: Palermo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Quanti casini per niente... per me il Catania è già in A.

_________________
11/11/2007: IO NON SONO UN ULTRAS!
Ven 26 Mag 2006, 12:57 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Erika ha scritto:
Si sta parlando di articoli di due mesi, non dell'ultimo fatto.....


ma ti assicuro che quelli del Catania l'hanno presa per quell'articolo scomodo la decisione... E' quello che mi fa girare le balle.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Ven 26 Mag 2006, 12:59 Profilo Invia messaggio privato
DexterH46
Supporter Dea



Registrato: 17/08/04 22:55
Messaggi: 3149
Residenza: Sydney, NSW, Australia

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Mi avevate illuso che Giulio non scroccava più ingressi allo stadio di Corogno... bah!
Cmq, piccola parentesi, in questo caso il Catanzaro ha avuto quel che diede:3 anni fa se non erro giocarono Chieti-Catanzaro ad Ascoli per lo stesso motivo. Ed io non capii, basti pensare a chi ha l'abbonamento... chi me la paga la trasferta? Bah...

_________________
I'd like to think the world is a better place --> www.dexterh46.splinder.com

Visitate il mio blog... Wink --> www.australia2007.splinder.com

A SIOM DI SUZARES SPACOM SO TOT --- FORZA SUZZARA - ZARA REBELS RULE

CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 1
Ven 26 Mag 2006, 19:22 Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it