Indice del forum
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Piacenza, stop alla B

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Precedente
Successivo
Piacenza, stop alla B
Autore Messaggio
zio val
Moderatore



Registrato: 05/03/05 20:01
Messaggi: 3616
Residenza: Paladina

Messaggio Piacenza, stop alla B
Descrizione:
Rispondi citando
fonte: La Repubblica

Il consiglio comunale di Piacenza vuole bloccare il campionato di serie B al sabato. Il sindaco Roberto Reggi, firmerà proprio alla vigilia di Piacenza-Cesena un'ordinanza che vieta lo svolgimento di manifestazioni con oltre 4.000 persone in giorni che non siano la domenica o i festivi.


... .che palle.... ormai è così... non si rassegnano comunque... bah...

_________________
La mia ALFA 147? 160.000 Km!
visita la mia città: http://rekellps.miniville.fr
****************

Gio 13 Ott 2005, 0:01 Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Ormai che si è iniziato a giocare non voglio altri stop. Però c'è da elogiare la voglia di combattere dei sindaci (che poi abbiano ragione o torto è un'altra storia: prima gli davo ragione xè non si era ancora incominciato il campionato, ora mi sembra una stupidata quella che stanno facendo...a mio modesto parere)
Gio 13 Ott 2005, 8:01 Profilo Invia messaggio privato
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Premesso e ribadito che il calcio alla domenica come c'è sempre stato sia la cosa migliore, la battaglia dei sindaci puzza sempre più di un modo per ottenere consensi.
La maggior parte delle motivazioni per cui propinavano e propinano di non giocare la serie B al sabato (quantomeno alle 16) si sono rivelate delle cavolate.
I problemi principali della serie B al sabato sono altri, non quelli che stanno sfruttando i sindaci.

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Gio 13 Ott 2005, 18:03 Profilo Invia messaggio privato
The Lizard
Dea dipendente



Registrato: 18/08/04 11:10
Messaggi: 8564

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
DeaInMyHeart ha scritto:
Premesso e ribadito che il calcio alla domenica come c'è sempre stato sia la cosa migliore, la battaglia dei sindaci puzza sempre più di un modo per ottenere consensi.
La maggior parte delle motivazioni per cui propinavano e propinano di non giocare la serie B al sabato (quantomeno alle 16) si sono rivelate delle cavolate.
I problemi principali della serie B al sabato sono altri, non quelli che stanno sfruttando i sindaci.






Condivido tutto quello che hai scritto
Gio 13 Ott 2005, 18:05 Profilo Invia messaggio privato
DeaInMyHeart
Seguace della Dea



Registrato: 17/08/04 20:29
Messaggi: 1454
Residenza: Bergamo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
The Lizard ha scritto:
DeaInMyHeart ha scritto:
Premesso e ribadito che il calcio alla domenica come c'è sempre stato sia la cosa migliore, la battaglia dei sindaci puzza sempre più di un modo per ottenere consensi.
La maggior parte delle motivazioni per cui propinavano e propinano di non giocare la serie B al sabato (quantomeno alle 16) si sono rivelate delle cavolate.
I problemi principali della serie B al sabato sono altri, non quelli che stanno sfruttando i sindaci.





Condivido tutto quello che hai scritto


Quello che comunque mi piace di questa battaglia dei sindaci è che stanno provando a mettere i bastoni fra le ruote (ma poi nemmeno tanto... visto che della serie B non gliene fregherà un cazzo) a quella merda di Galliani

_________________
cosa vuoi che sia… passa tutto quanto… solo un po' di tempo e ci riderai su (Ligabue)

Il vero io è quello che tu sei e non quello che hanno fatto di te (P. Coelho)

Credo per credere, certi momenti, serve molta energia (RadioFreccia, Liga)
Gio 13 Ott 2005, 18:08 Profilo Invia messaggio privato
LUPO
Utente base



Registrato: 06/07/05 18:47
Messaggi: 26
Residenza: arezzo

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
Purtroppo anche a Bergamo ci sono problemi, vi volevamo far vedere un po di calcio spettacolo Very Happy , ma pare ce lo impediscano.
Riporto dal mio sito.
Sindaci Bergamo e Piacenza vietano stadi sabato alle 16
(ANSA) - ROMA, 13 OTT - Dopo il sindaco di Terni, anche i suoi colleghi di Bergamo e Piacenza hanno firmato l'ordinanza che vieta lo stadio sabato alle 16. Lo stadio Atleti azzurri d'Italia a Bergamo sara', secondo il provvedimento sottoscritto da Roberto Bruni, disponibile dalle 19. Bruni chiede ora alla Lega di tornare al tavolo delle trattative per cercare una soluzione condivisa. Il sindaco di Piacenza Roberto Reggi propone che si riapra il dialogo sull'ipotesi di giocare il sabato sera o la domenica.
Gio 13 Ott 2005, 18:53 Profilo Invia messaggio privato
CONFA
Simpatizzante



Registrato: 20/01/05 14:46
Messaggi: 341
Residenza: CARUGATE

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
DeaInMyHeart ha scritto:
Premesso e ribadito che il calcio alla domenica come c'è sempre stato sia la cosa migliore, la battaglia dei sindaci puzza sempre più di un modo per ottenere consensi.
La maggior parte delle motivazioni per cui propinavano e propinano di non giocare la serie B al sabato (quantomeno alle 16) si sono rivelate delle cavolate.
I problemi principali della serie B al sabato sono altri, non quelli che stanno sfruttando i sindaci.


Quoto al 100%. Delle iniziali motivazioni del movimento Ultras i sindaci se ne fottono.

_________________
5 Maggio festa nazionale
Mer 19 Ott 2005, 8:07 Profilo Invia messaggio privato
Erika
Co-organizzatrice



Registrato: 02/05/05 13:26
Messaggi: 2551
Residenza: telgate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
da www.goal.com:

31/10/2005 13.22.00
Da Milano a Genova il filo conduttore è sempre lo stesso: il decreto Pisanu ai tifosi non va proprio giù. La protesta del mondo ultras contro il calcio moderno prosegue più compatta che mai.
Negli ultimi anni la frattura tra il tifo organizzato e il sistema calcio, impersonificato negli esponenti del cosiddetto “palazzo”, è cresciuta gradualmente sempre di più. Con l’avvento delle televisioni e il conseguente rifacimento della dislocazione delle partite nell’arco della settimana, la tensione è senz’altro aumentata, portando alla creazione di alcuni slogan diventati un must per ogni curva italiana. “Questo calcio ci fa SKYFO”, “TV: di questi orari non ne possiamo più”, sono solo alcuni dei più noti striscioni che da alcuni anni campeggiano sugli spalti degli impianti di tutto lo stivale. Nonostante si trattasse di problemi “sentiti” da tutte le tifoserie, la protesta non ha mai assunto quella connotazione di coralità indispensabile per la buona riuscita di una contestazione. Ma la svolta è arrivata. Il mondo del tifo organizzato non è più un palcoscenico per sporadici solisti, ma una realtà coesa e determinata nel perseguire lo scopo comune: combattere contro i “mali” del calcio. A cominciare dal decreto Pisanu, che dal momento della sua introduzione non ha riscosso molti consensi popolari. E’ dalle prime giornate di campionato che si verificano ogni domenica proteste e contestazioni contro le nuove normative antiviolenza e il sistema calcio. Curve vuote, ingressi dei tifosi ritardati, scioperi del tifo: è così che i tifosi italiani hanno scelto di far sentire la propria voce, sempre con grande civiltà e correttezza. La passione e la determinazione con cui il mondo ultras sta portando avanti la sua battaglia appaiono ancora più evidenti quando anche in occasione di partite molto sentite si sono di scena coreografie e iniziative di protesta contro il calcio moderno. Ed anche questo weekend non ha fatto eccezione…

Sabato pomeriggio, stadio Marassi di Genova. Di fronte Sampdoria e Inter, per una gara di prestigio tra due formazioni di vertice del nostro campionato, una di quelle occasioni in cui il sostegno alla propria squadra cresce in maniera esponenziale. Ma per buona parte del primo tempo a Marassi, esclusi i cori della rappresentanza interista, c’era un silenzio irreale. La curva sud era deserta. Già, ancora una volta una curva è stata lasciata completamente vuota, a presagio di quello che potrebbe avvenire in un futuro neanche troppo lontano se il calcio continuasse ad essere maltrattato come i questo momento. Come didascalia del vuoto, alcuni striscioni a colmare gli spazi lasciati deserti dai tifosi: da "Calcio moderno, sky tv, diffide, decreto Pisanu, biglietti nominativi, autoblu, nunteregghe più" a "45’ di silenzio per leggi senza senso", passando per "Obiettivi mancati, stadi svuotati: questo decreto è un fallimento". Il pensiero dei tifosi è chiaro. E mai come stavolta la loro voce è forte e chiara…

Poco dopo la gara di Genova, il match clou della giornata. A San Siro è di scena Milan – Juventus. Gara di cui è inutile sottolineare l’importanza e il riscontro mediatico: gli occhi di tutto il mondo sono puntati sull’impianto meneghino. Tutti sono pronti ad ammirare gli spunti di Kakà, i preziosismi di Ibrahimovic, i guizzi di Gilardino e la potenza di Vieira. Ma prima del calcio d’inizio, tutto il mondo assiste alla coreografia della curva rossonera, che per una sera si fa veicolo nel mondo della situazione del calcio nostrano. All’ingresso delle squadre in campo, la sud indossa un gigantesco NO, accompagnato dallo striscione “La nostra risposta al vostro calcio”, per l’ennesima iniziativa di protesta ad opera degli ultras rossoneri, tra i più attivi in questo periodo.

Coesione, Passione e Risalto mediatico: questi i tre ingredienti principali di una protesta senza precedenti.

_________________


CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 2
W I KAWASAKI BOYS!!!
La palla è sotto le gambe, sotto le gambe, la palla è sotto le gambe!!!
Lun 31 Ott 2005, 15:47 Profilo Invia messaggio privato AIM
Erika
Co-organizzatrice



Registrato: 02/05/05 13:26
Messaggi: 2551
Residenza: telgate

Messaggio
Descrizione:
Rispondi citando
da www.calciomercato.com:
PALERMO - Sembra che le continue critiche rivolte all'estremo difensore rosanero, costringano la dirigenza a mandare in prestito Nicola Santoni. Il portiere del Palermo dovrebbe, a gennaio, accasarsi in prestito al Piacenza

_________________


CRISTIANO DONI fan club - Tessera n° 2
W I KAWASAKI BOYS!!!
La palla è sotto le gambe, sotto le gambe, la palla è sotto le gambe!!!
Mer 02 Nov 2005, 11:21 Profilo Invia messaggio privato AIM
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » Serie A, B e leghe inferiori, Coppe e Nazionali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Sicurezza con CBACK CrackerTracker.

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Flowers Online.phpbb.it